Riforma pensioni Governo Renzi ultime notizie: novità opzione donna e usuranti

Walter Rizzetto ha proposto l’estensione dell’opzione donna anche gli uomini. Oggi scade il termine per presentare la domanda di pensione per lavoro usurante

Opzione donna anche per gli uomini? Walter Rizzetto, vicepresidente della commissione Lavoro della camera dei Deputati, ha proposto l’estensione dell’opzione donna anche agli uomini, scatenando la risposta non positiva di Erica D’Adda, membro della commissione lavoro in quota al Partito democratico.

Botta e risposta Rizzetto D’Adda. Rizzetto aveva postato sulla sua bacheca Facebook un post in cui riportava la contrarietà della senatrice D’Adda all’ipotesi di estensione dell’opzione donna agli uomini. La senatrice, per suo conto, ha così risposto al vicepresidente della commissione Lavoro: “Direi quindi che è molto meglio impegnarci in una riforma della Legge Fornero che complicare ulteriormente il quadro legislativo col rischio di non ottenere nulla”. Una risposta che ha provocato un’ulteriore accensione del dibattito tra i due, con Rizzetto che ha chiesto alla D’Adda cosa abbia fatto per abrogare la Legge Fornero, segnalando che anche i lavoratori uomini possono aver incontrato situazioni difficili sui luoghi di lavoro al pari delle donne.

Sempre sul tema opzione donna, c’è anche da segnalare l’invito rivolto dal comitato opzione donna a quante vorrebbero partecipare al collegamento in diretta della puntata di questa sera di Ballarò, alla quale prenderanno parte anche i lavoratori precoci. L’invito è rivolto a quanti risiedono a Milano e dintorni e permetterà alla persone interessate di poter godere di uno spazio di visibilità televisiva (per informazioni vedere la pagina creata su Facebook dal comitato opzione donna).

Scade oggi il termine per presentare la domanda di pensione per lavoro usurante. Entro oggi, tutti coloro che hanno raggiunto i requisiti nel 2016, devono presentare la domanda di pensione riguardante i lavori usuranti. Sono interessati a tale domanda i lavoratori che hanno svolto mansioni molto usuranti, addetti alla “linea catena”, conducenti di veicolo adibiti al trasporto pubblico, che possono accedere alla pensione con almeno 35 anni di contributi e 61 anni e sette mesi di età (per gli autonomi 62 anni e sette mesi). La domanda si può presentare all’Inps.

(Immagine: www.ilrottamatore.it)