0 Shares 1 Views
00:00:00
21 Nov

Scuola: il ministro Fedeli dice sì agli smartphone in aula

Gianfranco Mingione
settembre 13, 2017
1 Views
smartphone scuola

Una commissione per capire come integrare lo smartphone in aula. In un’intervista rilasciata al quotidiano la Repubblica, la ministra dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Valeria Fedeli, affronta diverse tematiche e tra queste anche quella sull’utilizzo dello smartphone tra le mura scolastiche. Nel rispondere ad una prima domanda su giovani e utilizzo dello smartphone, la ministra ha affermato che “non si può continuare a separare il loro mondo, quello fuori, dal mondo della scuola”. La Fedeli annuncia, in proposito, l’insediamento di una commissione ministeriale volta a “costruire linee guida dell’utilizzo dello smartphone in aula”. Linee guida che, una volta elaborate, saranno trasmesse dal ministero agli istituti attraverso una circolare.

Lo smartphone come nuovo strumento didattico. Il giornalista chiede alla ministra anche un parere riguardante l’utilizzo dello smartphone da parte di un tredicenne: “È uno strumento che facilita l’apprendimento – risponde la Fedeli -, una straordinaria opportunità che deve essere governata”. Come? Senza una guida “è probabile che non impari nulla, che si imbatta in fake news e scopra il cyberbullismo” mentre “se guidato da un da un insegnante preparato, e da genitori consapevoli, quel ragazzo può imparare cose importanti attraverso un media che gli è familiare: internet”. Il telefono, quindi, pensato e vissuto non come uno strumento “con cui gli studenti si faranno i fatti loro, sarà un nuovo strumento didattico”.

(Fonte: www.repubblica.it)

(Foto: ZEUS News)

Vi consigliamo anche