0 Shares 21 Views
00:00:00
18 Dec

Dalla Svezia è in arrivo Hemlis, un’app di messaggistica che elude Prism

Michela Fiori - 11 luglio 2013
Michela Fiori
11 luglio 2013
21 Views

Si chiama Hemlis, viene dalla lontana Svezia ed è una piattaforma che consente di scambiarsi in totale sicurezza messaggi di testo. In tempi di scandali su intercettazioni governative e non sulle comunicazioni degli utenti di tutto il mondo, è facile intuire come questa piattaforma stia avendo un enorme successo tra gli utenti della Rete.

Hemlis (in svedese significa segreto) è un sistema di messaggistica sviluppato da Peter Sunde (co-fondatore di Pirate Bay), Leif Högberg e Linus Olsson e promette di proteggere le conversazioni degli utenti dalle intercettazioni governative americane. Il sistema di protezione si basa sull’utilizzo della crittografia ‘end to end’ che utilizza canali protetti di trasmissione e  rende intellegibili i messaggi in tutte le fasi di trasmissione: invio, transito e arrivo.

Gli sviluppatori hanno lanciato una campagna di crowdfunding in rete per raccogliere i fondi necessari a sviluppare un’app mobile dedicata a smartphone e tablet Android e iOS. Inutile dire che la raccolta fondi ha avuto un buonissimo riscontro da parte degli utenti che hanno donato in pochi giorni più di quanto richiesto: sono stati raccolti 110mila euro sui 100mila richiesti.

Per l’uscita di Hemlis ancora non è prevista una data di uscita certa. “Amiamo Internet e i social network per il grande potere di saper connettere persone e idee attraverso la condivisione. – dichiarano gli sviluppatori – Quando si condivide qualcosa su Twitter o Instagram tutto il mondo può vederlo e decidere quanto è grande. Quello che non amiamo è che la comunicazione privata venga trasformata in un flusso aperto di ascolto per aziende e governi”.

 

Loading...

Vi consigliamo anche