0 Shares 7 Views
00:00:00
13 Dec

Google acquista Flutter

Michela Fiori
4 ottobre 2013
7 Views

Big G non riposa un attimo e continua la politica di acquisizione di app per implementare i servizi offerti. Dopo Bump e Waze entrerà a far parte della grande famiglia Google anche Flutter, la società specializzata nei comandi gestuali touchless. Secondo quanto riporta Techcrunch l’affare è costato a Big G  ben 40 milioni di dollari.

Ad informare la stampa dell’acquisizione è stato direttamente Naveet Dalal, il Ceo di Flutter: “Ora continueremo la nostra attività di ricerca dentro Google – ha affermato confermando la missione della sua azienda – Armatevi dei superpoteri dell’applicazione perché anche voi possiate unirvi alla battaglia contro le interfacce utente innaturali”. Fondata nel 2010 a San Francisco la startup ha sviluppato “Kinect per OS X” una tecnologia che sfrutta la webcam per intercettare i movimenti dell’utente e consentirgli di comandare i principali programmi installati su Mac OS X e Windows (Quicktime, iTunes, YouTube, Pandora, Spotify, Netflix), senza dover interagire con schermo o tastiera.

Secondo gli analisti, Flutter potrebbe essere utilizzata come app separata o inserita nei prodotti targati Google come i Google Glass o i Chromebook, i nuovi computer portatili prodotti da Mountain View. A motivare l’acquisizione da parte di Google sono stati sicuramente i successi registrati da Flutter fino a oggi. Nelle ultime due settimane l’app per Mac è diventata una delle cinque applicazioni più scaricate dall’App Store in 30 Paesi.

Vi consigliamo anche