0 Shares 16 Views
00:00:00
18 Dec

Google lancia l’app Mobile Meter: cos’è e come funziona

LaRedazione - 15 ottobre 2013
LaRedazione
15 ottobre 2013
16 Views
Google lancia l’app Mobile Meter: cos'è e come funziona

Google è in procinto di lanciare sul mercato un’applicazione, denominata Mobile Meter, che sta facendo discutere gli appassionati e gli esperti del settore ancora prima della sua presentazione. Per quale motivo? L’applicazione, che sarà messa a disposizione sia per iOS che per Android, permetterà a Mountain View di ricevere dai dispositivi una quantità di dati superiore a quella che riceve già attualmente.

Tali informazioni riguarderanno principalmente le pagine web visitate dagli utenti, ma anche le applicazioni impiegate con maggiore frequenza. Secondo quel che si è appreso, i dati forniti da Mobile Meter saranno resi anonimi, anche se non sono state diffuse notizie ufficiali a riguardo. Insomma, se è vero che già in questo momento Google, tanto nel panorama desktop quanto nel panorama mobile, è impegnato a raccogliere e conservare una quantità significativa di dati (ufficialmente per mettere a disposizione degli utenti un servizio migliore e più indicato per le esigenze di ciascuno), è altrettanto vero che, con l’arrivo della nuova app, il controllo esercitato da Mountain View, già piuttosto elevato attualmente, sarà incrementato in misura ulteriore. Evidentemente in casa Google si ritiene che le statistiche a disposizione adesso non siano sufficienti per fornire i servizi adeguati.

Per il momento, tuttavia, resta ancora da capire quali potrebbero essere (ammesso che ci saranno) i vantaggi concreti per gli utenti dei dispositivi: probabilmente, essi riguarderanno un miglioramento dei servizi. Di certo, quella relativa a Mobile Meter potrebbe essere intesa da molti come un’ulteriore invasione della privacy, una nuova modalità di controllo che va ad aggiungersi a quelle già esistenti.

Insomma, il grande interrogativo riguardante la privacy deve essere ancora risolto: non va dimenticato, per altro, che le statistiche anonime dovrebbero proteggere gli utenti da questo punto di vista. In attesa di scoprire effettivamente l’applicazione, si può comunque evidenziare che già in questo momento Google conosce la maggior parte delle abitudini degli utenti su Internet: quante volte acquisti, voli e appuntamenti vengono ricordati sullo smartphone senza input da parte dei proprietari? La notizia dell’entrata in scena di Mobile Meter è stata diffusa in anteprima da Engadget, che ha descritto l’app come intenzionata a fornire un servizio di tracciamento in forma anonima della totalità dei dati di uso del telefono.

L’adesione da parte degli utenti sarà, molto probabilmente, completamente volontaria, e coloro che parteciperanno potrebbero avere accesso ad alcuni premi. Per Android, per esempio, si parla di credito gratuito all’interno del Play Store. Per il momento, in ogni caso, si tratta solo di supposizioni e indiscrezioni.

Loading...

Vi consigliamo anche