0 Shares 9 Views
00:00:00
17 Dec

Groopic: l’app per foto di gruppo, fotografo incluso

Michela Fiori - 27 settembre 2013
Michela Fiori
27 settembre 2013
9 Views

Foto che passione, da soli, di profilo, in posa o naturali l’importante è scattare: per immortalare un momento importante o semplicemente felice. Se fatte in gruppo poi le foto sono ancora più divertenti. Quante volte però vi è capitato di guardare foto scattate qualche tempo prima e non ritrovare tra le persone chi aveva scattato la foto?

Il “sacrificio” del fotografo è un rituale al quale ogni comitiva è stata costretta ad adattarsi: chi scatta la foto, non compare nell’immagine, almeno fino ad ora. Dal Pakistan arriva un app che può ridare la giusta importanza al fotografo, inserendolo nella fotografia. L’idea è di un gruppo di giovani imprenditori che ha inventato Groopic, l’app che promette di far entrare tutti nell’inquadratura.

“Sul mercato – afferma Ali Rehan, Ceo di Eyedeus Labs la società ideatrice di Groopic – non c’erano soluzioni, abbiamo risolto un problema comune in modo semplice”. Ma come funziona? La soluzione è questa: il fotografo scatta una prima foto al gruppo avendo cura di lasciare uno spazio vuoto per sé, poi si scambia con uno degli amici, il nuovo fotografo scatta la seconda foto e Groopic in automatico associa le due foto e unisce tutti i soggetti. Semplice no? L’idea di questi ex studenti dell’università di Lahore è piaciuta talmente tanto che intorno a Groopic si sono scatenate le mire di giganti del web e della Hi-tech come Samsung, Lg, Huawei e Gooogle.

Loading...

Vi consigliamo anche