0 Shares 18 Views
00:00:00
18 Dec

iVista: la prevenzione della vista ‘strizza l’occhio alla tecnologia’

Francesco Calderone - 15 maggio 2013
15 maggio 2013
18 Views

Salute e tecnologia: un connubio sempre più frequente, che oggi è alla portata di un download per il sempre più grande mondo delle applicazioni degli iDevices: nasce iVista, un’applicazione gratuita volta a salvaguardare gli occhi degli instancabili maniaci del mondo della ‘mela’.

Morso italiano. La Humanitas S.P.A., grazie ai propri ricercatori e agli specialisti dell’Humanitas Centro Oculistico, in stretta collaborazione con il reparto di interface design per dispositivi mobili della D-Share di Giacomo Gorjux, ha introdotto, nel panorama gratuito del market Apple, un’interessante app con il compito di proteggere la vista di coloro che non possono fare a meno di utilizzare iPad e iPhone. La Humanitas non è la prima volta che si affaccia sul panorama della tecnologia mobile, dato che ha già lanciato l’app ‘Humanitas’, che permette all’utente di poter accedere a funzionalità specifiche e ai servizi dell’istituto, quali ‘Prenotazione Delle Visite’, ‘Referti Online’ e ‘Trova Farmacie’, direttamente dal proprio dispositivo.

Tecno-Prevenzione. iVista è studiata per tutelare la vista dei possessori di tablet e smartphones, monitorando lo sfruttamento di dispositivi che, spesso, si ignora possano avere effetti così dannosi sull’apparato visivo. Proprio per prevenire questi problemi, si è deciso di lanciare sul più prolifico dei mercati digitali, vale a dire iTunes, un’applicazione totalmente gratuita che promette di effettuare: “test sulla miopia e il daltonismo”, “esercizi quotidiani per ridurre stress e affaticamento dell’occhio”, “consigli utili e pratici per la tutela e la pulizia quotidiana dell’apparato visivo”. La peculiarità di quest’applicazione risiede nella presenza del break reminder, un sistema di allerta che ha il compito di ricordare all’utente di fare pause prestabilite, onde incorrere a affaticamenti visivi.

Costo? Gratis, ma ricordate: è solo per i possessori dei dispositivi targati Apple.

Francesco Calderone

Loading...

Vi consigliamo anche