0 Shares 25 Views
00:00:00
16 Dec

Smarrite le chiavi di casa in vacanza? L’app KeyMe vi fa il duplicato

LaRedazione - 13 agosto 2013
LaRedazione
13 agosto 2013
25 Views

Smarrite le chiavi di casa in vacanza? L’app KeyMe vi fa il duplicato! Le applicazioni per smartphone hanno ormai abituato ampiamente a stupire gli utenti, riuscendo a far fronte alle più svariate esigenze. In vacanza, quando ci si trova spesso fuori di casa, i problemi tendono a moltiplicarsi, e l’aiuto delle app spesso si rivela fondamentale per ricevere quei piccoli aiuti nella vita quotidiana.

Tuttavia, ancora nessuno aveva pensato ad utilizzare la tecnologia di ultima generazione per risolvere l’annoso problema delle chiavi smarrite. A chi d’altronde non è mai capitato di perdere le chiavi di casa, e ritrovarsi ad impiegare una marea di tempo per cercarle prima di ritrovarle nei posti più impensati? Qualcuno a volte è costretto ad utilizzare il duplicato o, in sua assenza, a cambiare la serratura, per poi magari, dopo alcuni giorni, vedere uscire fuori dall’angolo più impensabile le preziose chiavi. Per chi si trova in villeggiatura e non vuole perdere tempo con questioni banali ma estremamente fastidiose come quella delle chiavi smarrite, KeyMe è l’app che può rivelarsi provvidenziale. KeyMe è scaricabile dall’AppStore, e gira al momento esclusivamente su sistemi iOS, ovvero su iPhone.

Per utilizzarla al meglio, non bisogna fare altro che scansionare con il proprio smartphone la chiave che si ha paura di smarrire: nel caso la malaugurata eventualità si verifichi, la copia digitalizzata della chiave su KeyMe permette di produrre il suo duplicato, avendo registrato i codici numerici che permettono al ferramente di riprodurre la copia della chiave, fedele in grandezza, profondità e dentellatura.

Una prospettiva d’uso decisamente pratica, anche se di contro sono sorte anche alcune perplessità e polemiche, nel caso la digitalizzazione della chiave possa finire in mani sbagliate. KeyMe garantisce comunque un sistema di sicurezza ben strutturato, visto che nessun dato dell’indirizzo dell’utente viene registrato, e comunque la digitalizzazione della chiave risulta criptata, e può essere sbloccata solo tramite l’inserimento di un codice. Insomma, se ad essere smarrito fosse lo smartphone invece della chiave di casa, non c’è pericolo che qualcuno possa usare le informazioni registrate su KeyMe per produrre il duplicato e provarsi ad intrufolare in casa altrui. Insomma, KeyMe si propone come un’applicazione in grado di semplificare la vita dei distratti cronici, e di offrire un’opzione pratica e sicura per ovviare allo smarrimento delle chiavi: al momento si può scaricare dall’App Store a pagamento, ad un costo fissato sui nove dollari e novantanove centesimi.

Loading...

Vi consigliamo anche