0 Shares 17 Views
00:00:00
15 Dec

Snapchat: l’app che dice no a Facebook

Michela Fiori - 14 novembre 2013
Michela Fiori
14 novembre 2013
17 Views

Tre miliardi di dollari, è questa l’offerta di Facebook per l’acquisizione di Snapchat prontamente rifiutata da Evan Spiegel fondatore dell’app di messaggistica istantanea. Una mossa coraggiosa senza dubbio: non è da tutti dire no a Facebook , e soprattutto, non è da tutti dire no a tre miliardi di dollari. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal il Ceo avrebbe rifiutato in attesa di un’offerta migliore. L’app sta avendo un grandissimo successo tra gli adolescenti ed è diventata famosa, tra l’altro,  grazie al fenomeno del sexting ossia lo scambio di foto intime fra adolescenti. Le prospettive sono tutte di crescita e il giovane (ha 23 anni) Ceo di Snapchat punta a creare un gigante dagli oltre 350 milioni di messaggi giornalieri.

L’offerta di Facebook non è stata l’unica, l’app di messaggistica istantanea ha riscosso l’interesse anche del gigante dell’e-commerce cinese Tencent Holdings (quelli di WeChat per intendersi).

Per Facebook l’acquisizione di Snapchat sarebbe stata un valido supporto alla necessità di contenimento dell’emorragia di teenagers che sta subendo da qualche tempo. Anche se non produce ancora nessun tipo di fatturato l’app è in possesso dell’utenza più importante e redditizia del web.

Se fosse andata in porto, l’acquisizione sarebbe stata per Facebook la più costosa nella storia del social network. Con tre miliardi di dollari infatti l’acquisto di Snapchat avrebbe battuto di gran lunga quello di Instagram portata nella scuderia di Menlo Park alla già modica cifra di un miliardo di dollari.

 

[foto: boygeniusreport]

Loading...

Vi consigliamo anche