0 Shares 9 Views
00:00:00
12 Dec

SnapChat: a rischio i numeri di telefono

LaRedazione
30 dicembre 2013
9 Views
SnapChat a rischio i numeri di telefono

Gli utenti di SnapChat sono in allerta dopo che i ricercatori della Gibson Security hanno annunciato di aver scoperto una falla all’interno del sistema di sicurezza: sfruttando tale bug, un intruso potrebbe appropriarsi dei numeri di telefono di ciascun contatto presente in rubrica semplicemente accedendo alla funzionalità “Trova amici” (opportunamente manipolata), e quindi potrebbe entrare in possesso di tutti i dati sensibili relativi all’account.

Questa notizia rappresenta un’autentica doccia gelata per una delle app di messaggistica istantanea più scaricate di tutto il 2013: SnapChat si sta dimostrando un osso duro sia per WhatsApp che per l’emergente WeChat. Inoltre, per rendere l’idea della gravità del bug appena scoperto, basti pensare che un hacker sufficientemente esperto, sfruttando la falla presente, potrebbe creare un database contenente 300 milioni di numeri di telefono in appena un mese: infatti, più utenze si rintracciano e più i numeri di telefono crescono in maniera praticamente esponenziale.

In realtà, la notizia del bug di sicurezza risale allo scorso mese di agosto e da allora sono stati prontamente rilasciati degli aggiornamenti al software che, stando alle parole dei programmatori, avrebbe dovuto garantire la riservatezza dei dati personali. Ma, stando al feedback dei singoli utenti e al report stilato dai tecnici che lavorano alla Gibson Security, il problema persiste ancora.

Una bella gatta da pelare, dunque, per Evan Spiegel, il 23enne ideatore di SnapChat che, grazie a questa app di ultima generazione, è riuscito a offrire un prodotto alternativo a WhatsApp e che con il passare dei mesi si è progressivamente affermato a livello internazionale, fino ad attirare l’attenzione di Mark Zuckerberg che sta cercando in tutti i modi di convincere Spiegel a vendergliela.

Una delle caratteristiche peculiari di SnapChat è sicuramente l’auto-distruzione dei singoli messaggi e contenuti multimediali (foto o video, prevalentemente) a poche decine di secondi dall’invio. Per questa ragione, SnapChat sta avendo un grandissimo successo tra i teenager, che a quanto pare lo usano soprattutto per scambiarsi contenuti a sfondo sessuale: ma grazie al fatto che i file vengono eliminati automaticamente quasi subito, il rischio di essere colti in flagrante è ridotto a zero.

In ogni caso, questa storia non dovrebbe avere serie ripercussioni, almeno a breve termine, sul successo che sta riscuotendo SnapChat, ma è innegabile che i programmatori dovranno rimboccarsi nuovamente le maniche per porre rimedio alla grave falla scoperta.

Vi consigliamo anche