0 Shares 15 Views
00:00:00
17 Dec

Usare offline le mappe di Google Maps? Ecco il trucco

LaRedazione - 19 luglio 2013
LaRedazione
19 luglio 2013
15 Views

Tutti conoscono Google Maps, un servizio adoperato, almeno agli albori, esclusivamente su pc e portatili. Ormai però la tecnologia dall’uso quotidiano è sempre più identificata negli smartphone e nei tablet, e così anche il servizio di mappe di Google è divenuto, ormai da molto tempo, una delle app più scaricate dagli store di iOS, Android e Windows.

Nonostante ormai chiunque conosca quest’app almeno di nome, e sia a conoscenza quantomeno del suo funzionamento generale, Maps non ha intenzione di smettere di rinnovarsi, fornendo piccole migliorie del tutto gratuite, che contribuiscono giorno dopo giorno a renderlo il miglior servizio di genere oggi disponibile sul mercato a costo zero.

L’ultimo aggiornamento ha portato con sé un’opzione a dir poco interessante, quella che consente il salvataggio delle mappe e dei percorsi rintracciati online, così da poterne avere accesso anche in modalità offline.

Un chiaro esempio in cui tale opzione può risultare fondamentale è dato dai viaggi all’estero, che comportano una tariffazione in roaming stellare, soprattutto se si lascia l’Europa. In questo caso saremo costretti, qualora volessimo avventurarci in delle gite lungo territori sconosciuti, a svenarci, offrendo in sacrificio alla nostra società telefonica un bel po’ del proprio credito telefonico. Tutto ciò invece ora cambierà, andando a premiare i viaggiatori previdenti, che potranno scaricare ogni mappa ancora prima di lasciare la propria casa, preparando l’intero itinerario. Se invece si ama la spontaneità e l’avventura, e si preferisce non programmare tutto nei dettagli, basterà trovare una connessione wi-fi, facile da rintracciare in locali pubblici come i tantissimi starbucks in giro per il mondo, o magari nel proprio albergo o residence, così da salvare le mappe giorno per giorno.

Per riuscire a salvare offline le proprie mappe si dovrà scrivere, nella barra di ricerca di Maps, la semplice frase “ok maps”, eseguendo poi la ricerca. L’app farà subito partire la memorizzazione della porzione di mappa che attualmente è visibile sul display del vostro dispositivo. Per ottenere una risposta positiva da parte dell’app però occorrerà eseguire uno zoom sull’area interessata. Infatti se sul display è visibile interamente l’Italia, di certo Google Maps sottolineerà come la mappa sia troppo grande per essere memorizzata, chiedendo di eseguire uno zoom.

Un consiglio è quello di scaricare le mappe soltanto sotto connessione wi-fi, dal momento che queste sono molto pesanti, e causerebbero un grande dispendio di MB.

Loading...

Vi consigliamo anche