0 Shares 11 Views
00:00:00
14 Dec

Apple brevetta il cruscotto touchscreen iOS. A quando nelle nostre auto?

LaRedazione
18 luglio 2013
11 Views

L’offensiva di Apple sul mercato sta variando ormai a trecentosessanta gradi, e l’ultima idea potrebbe essere un cruscotto touchscreen con sistema operativo iOS, che potrebbe arrivare nelle nostre automobili prima di quanto si pensi. Andando con ordine, la premessa fondamentale è che dopo il boom di smartphone e tablet, i principali colossi della tecnologia mondiale hanno compreso che il passo del futuro sarà quello di estendere il rapporto con dispositivi di questo tipo anche in altri settori della vita quotidiana.

Nelle ultime settimane ad esempio si è fatto un gran parlare della cosiddetta wearable technology, ovvero di quei gadget che potrebbero offrire funzionalità, grazie alla rete internet, al momento peculiari dei telefoni cellulari di ultima generazione. L’esempio al momento più famoso è quello dei Google Glass, gli speciali occhiali che a Mountain View sperano di lanciare sul mercato entro la fine dell’anno, e l’iWatch, metà orologio e metà smartphone, che Apple sta promuovendo tra i suoi progetti di punta.

Ma si è parlato anche di scarpe in grado di fare da navigatore per le strade, e molte altre possibilità che stuzzicano notevolmente la fantasia degli appassionati. L’ultima novità che arriva però dalla casa di Cupertino riguarda il mondo delle automobili, ed in particolare la possibilità di avere un cruscotto touchscreen regolato dal sistema operativo iOS che contraddistingue i prodotti col marchio della mela. Una possibilità che potrebbe concretizzarsi in tempi piuttosto brevi, considerando che Apple ha già fatto approvare il brevetto di questo speciale touchscreen per il cruscotto dell’auto, che consentirebbe di controllare e regolare diversi parametri, come l’azionamento dei finestrini o dei tergicristalli, oppure la temperatura all’interno dell’abitacolo.

In più, funzioni da navigatore e da vero e proprio browser internet, che comprendono anche la possibilità di leggere e scaricare la posta elettronica, e di trovare magari indicazioni in tempo reale sul posto che si sta raggiungendo a bordo del proprio veicolo. Un brevetto che potrebbe far gola alle principali case automobilistiche. Se Apple riuscisse a mettere per prima le mani su questa nuova frontiera commerciale, potrebbe essere un nuovo colpo decisivo per l’azienda di Cupertino, e soprattutto, come già avvenuto altre volte, in netto anticipo rispetto ai tempi della concorrenza.

Vi consigliamo anche