0 Shares 19 Views
00:00:00
15 Dec

Arriva Androidly: l’iWatch è in ritardo!

Francesco Calderone - 3 luglio 2013
3 luglio 2013
19 Views

Quattro studenti e la loro azienda inglese, Androidly, sono pronti a sferrare una pesante mossa ai colossi mondiali sul nuovo campo di battaglia tecnologico: gli smartwatch. Pronto a breve lo smartwatch intelligente Androidly, basato su piattaforma Android e completamente autonomo. Intanto Apple cerca di porre in tutto il mondo il brevetto per l’iWatch.

E’ da tempo immemore che ormai gira questa voglia di superare i confini noti della realtà degli orologi. Già, perché se un telefono può portare tutte le innovazioni viste fino ad ora nella nostra vita, non è facile immaginare dove si potrà arrivare con un apparecchio al polso, autonomo ed intelligente. Ma questo mercato è ancora ‘vergine‘ e sembra una terra verde per molti. Così, nel settore degli smartwatch scendono in campo tutti: si presta molta attenzione alla Samsung ed al suo ‘Samsung Gear‘, Microsoft e Google con i loro prototipi in fase di lavorazione, ma non ci si cura della concorrenza minore, che in sordina, invece, arriva dove altri ancora non sono arrivati. E così, quattro giovani studenti indiani, con la loro piccola azienda, sono pronti a lanciare sul mercato il loro Smartwatch concept.

L’azienda inglese è pronta a lanciare sul mercato Androidly, uno smartwatch autonomo che monta Android Froyo 2.2 come OS. Si comporta come uno smartphone da polso, ed ha un’architettura composta da processore a 416 Mhz, 256 Mb di RAM, 512 Mb di memoria interna e addirittura una fotocamera da 2 pollici. Sukant, CEO di Androidly, assicura che con questo gioiellino sarà possibile telefonare, mandare sms, navigare su internet e sfruttare le proprietà del GPS. Sarà inoltre strettamente legato anche ai due social networks di punta, vale a dire Twitter e Facebook. Montando Android, poi, sarà anche legato a Google Play e alle relative app, secondo quanto asserito dai tecnici stessi.

Ovviamente non si può pensare di fare concorrenza a dei colossi, se il risultato finale non sarà accessibile ai molti. Infatti, mentre aspetteremo prezzi esorbitanti per queste meraviglie del futuro di Samsung, Microsoft e soprattutto Apple, sappiamo che Androidly sarà messo in preordine online al prezzo di 175€, nelle versioni bianco, grigio e nero.

Intanto, visto il dilagante desiderio di entrare in questo nuovo business, la Apple cerca di tutelare i propri progressi nel campo della tecnologia ‘da polso’, brevettando i risultati ottenuti e l’idea dell’iWatch. Per ora solo il Giappone sta vagliando la richiesta, pervenuta il 3 giugno scorso, mentre paesi come Messico, Taiwan e Russia sono già nel mirino.

Ma poca attenzione ai rivali meno, o per nulla, blasonati fa sorgere una domanda in molte menti: ‘Cari colossi, scacco matto?‘.

[foto: siddhantvats.com]

Francesco Calderone

Loading...

Vi consigliamo anche