0 Shares 18 Views
00:00:00
14 Dec

iWatch Vs Smartwatch! La batteria ‘curva’ contro Mobius

6 giugno 2013
18 Views

Occhio agli orologi: Apple brevetta la curved-battery per 'device più piccoli' e la E-ink sfida il colosso californiano presentando lo Smartwatch. Il brevetto viene riconosciuto alla Apple, che sembra porre così le basi per il lancio del tanto atteso iWatch, ma la E-Ink comprende le manovre e si muove per tempo, lanciando due prototipi, alla Computex 2013, di una nuova concezione di orologio: lo Smartwatch.

Questo brevetto arriva col concetto di facilitare l'uso di una batteria per creare elementi sicuramente di dimensioni ridotte. Infatti sembra proprio che questa 'batteria curva' non sia prevista per essere utilizzata ne per iPod, ne per iPhone e ne tantomeno per iPad. Ed è proprio da questo concetto di 'spazio ridotto' e di nuovo device-concept che si è sempre più certi che la Apple stia tentando di porre le basi per creare il tanto agognato iWatch. Restano ancora in piedi le dichiarazioni rilasciate secondo cui il nuovo gioiellino non vedrà la luce prima della fine del 2014, ma sappiamo bene quanto la società di Cupertino si diverta con questo marketing fumoso, come l'ultima pubblicità dell'iPhone 5 in cui sembra intravedersi proprio un orologio che potrebbe essere il prototipo dell'iWatch. Ma scherzare col fuoco può portare a bruciarsi: infatti, mentre la Apple si diverte su questa linea, la E-Ink, consapevole delle potenzialità del business, si è prontamente attivata ed ha presentato alla Computex 2013 il suo concetto di 'orologio'.

Arriva da una collaborazione tra E-Ink e Sonostar questo prototipo di Smartwatch, un orologio digitale, forte di una tecnologia Mobius, la stessa usata per la realizzazione per l'ePaper digitale. Garantisce una perfetta compatibilità con i due grandi sistemi operativi mobile Android e iOS. E' inoltre flessibile e monterà un display da 1,73 pollici con una risoluzione a 320×240. Ovviamente l'occasione si è colta solo per presentare i prototipi, che non hanno ancora dimostrato grande affidabilità, né hanno saputo conquistare con il loro design.

Ormai è cosa certa: la Apple dovrà guardarsi bene le spalle. Ma non c'è da dimenticarsi che l'innovazione ed il futuro sono pane quotidiano per Cook & company.

Francesco Calderone

Vi consigliamo anche