0 Shares 8 Views
00:00:00
15 Dec

Calo di Windows XP sotto il 30%, Windows 7 cede il passo a Windows 8

LaRedazione - 3 gennaio 2014
LaRedazione
3 gennaio 2014
8 Views
Calo di Windows XP sotto il 30%, Windows 7 cede il passo a Windows 8

Calo di Windows XP sotto il 30% nelle quote di mercato, Windows 7 cede il passo a Windows 8 che sembra ormai rappresentare il futuro per quanto riguarda il sistema operativo di Microsoft.

I dati arrivano direttamente dalla casa madre di Redmond, e confermano un’indiscrezione che già si era fatta largo nell’ambiente: ovvero che dal prossimo otto aprile, Microsoft non supporterà né produrrà più Windows XP, arrivato ormai al suo tredicesimo anno di età e che a dire il vero può comunque vantare un eccellente primato di longevità tra i sistemi operativi, considerando che è riuscito a farsi apprezzare e soprattutto a sopravvivere più a lungo anche rispetto a Windows Vista, considerato a sua volta una delle imprese meno felici della casa di Redmond.

Vista è stato lanciato nel 2007, ma non è stato ‘tenuto in vita’ dagli utenti così a lungo rispetto a Windows XP. Ma negli anni il mercato, che nel comparto della tecnologia, è risaputo, si muove alla velocità della luce, ha fatto registrare ulteriori progressi, ed anche il celebre sistema operativo Microsoft ha vissuto nuovi importanti aggiornamenti. E così, tra i computer sui quali Windows è installato, XP mantiene una percentuale inferiore ad un terzo, mentre c’è da segnalare l’avanzata di Windows 8 ai danni della sua versione precedente.

Sia chiaro, Windows 7 mantiene ancora una forte quota maggioritaria, essendo installato su oltre il quarantasette per cento dei personal computer con sistema operativo Microsoft. Tuttavia Windows 8, forte anche dell’uscita dell’aggiornamento 8.1, reso disponibile nello scorso mese di ottobre, è riuscito complessivamente a sfondare la quota del dieci per cento, facendo registrare una progressiva crescita che lascia presagire un sorpasso ai danni di Windows 7 in un futuro non troppo remoto.

Certo, ci vorrà ancora tempo considerando che la risposta del pubblico all’uscita di Windows 8 è stata nel complesso buona ma non entusiasmante: ma come detto i tempi per il passaggio da un sistema operativo all’altro per l’utente medio possono essere piuttosto lunghi, ed il caso di Windows XP lo dimostra in maniera piuttosto eloquente.

Dopo tanti anni di ‘resistenza’ però, il sistema operativo Microsoft targato 2001 sta progressivamente perdendo quote di mercato, passando dal quaranta per cento della fine dello scorso anno, fino al 38,7% della rilevazione del primo trimestre del 2013, fino a scendere ulteriormente ad una quota inferiore al trenta per cento in questa chiusura d’anno.

Con il calo di Windows XP, al momento è Windows 7 a farla da padrone, ma probabilmente non ci vorrà molto prima che sia costretto a cedere il passo a Windows 8, anche in vista di futuri nuovi aggiornamenti rilasciati da Microsoft.

Loading...

Vi consigliamo anche