0 Shares 11 Views
00:00:00
12 Dec

Copenaghen Wheel: dal Mit l’e-bike dal cuore italiano

Michela Fiori
4 dicembre 2013
11 Views

Spesso troppo costose e dal design poco accattivante, le tradizionali bici elettriche non hanno avuto finora una grande diffusione.

Dal cuore pulsante del Mit di Boston però, arriva un dispositivo che promette di rivoluzionare il mercato: la Copenaghen Wheel.

Realizzata dalla piccola società Superpedestrian, la Copenaghen Wheel è all’apparenza un disco rosso da montare al mozzo della ruota posteriore. All’interno però c’è racchiusa tutta la tecnologia e l’inventiva del Senseable City Lab del Mit, presieduta dall’ingegnere torinese Carlo Ratti.

Nel disco motore infatti sono concentrate tutte le componenti di una tradizionale bici elettrica: la batteria, il motore, sensori per l’assistenza della pedalata e sensori per rilevare le condizioni delle strade: traffico, temperatura e umidità, inquinamento, rumore.

La batteria si ricarica quando il ciclista frena o pedala in condizioni di efficienza (in discesa per esempio). Accelerometri e sensori di pedalata e di pendenza consentono inoltre di capire quale sia l’esigenza del ciclista in ogni momento.

Un altro punto di forza della Copenaghen Wheel è la sua adattabilità a qualsiasi tipo di bici, fattore che implica un forte risparmio per il ciclista che può trasformare la propria bici in una e-bike quando vuole.

Il progetto è stato già presentato nel 2009 e fin da subito ha ricevuto l’entusiasmo di sostenitori illustri come il fondatore di Tumblr, David Karp.

Se anche voi volete rendere più smart la vostra bici potete andare sul sito di Superpedestrian e ordinare la vostra Copenaghen Wheel per 700 dollari.

 

[foto: bikereviews]

Vi consigliamo anche