0 Shares 19 Views
00:00:00
18 Dec

Decoded: la startup per diventare programmatore di App

Michela Fiori - 1 agosto 2013
Michela Fiori
1 agosto 2013
19 Views

Vi è mai capitato parlando con esperti di informatica o smanettoni della prima ora di non capire nulla dell’argomento in questione? Se la risposta è sì, e se vi siete stancati di annuire in continuazione con l’intento inutile di “salvare la faccia”, è giunto il momento del riscatto. Dall’Inghilterra è arrivata sul mercato una startup che promette, in un solo giorno o quasi, di insegnare a chiunque  a programmare. L’idea nasce dall’intuizione di due giovani geek Kathryn Parsons, fondatrice e Ceo di Decoded e il suo socio Steve Henry. Considerato il mare magnum dei linguaggi di programmazione Decoded ha deciso di concentrarsi sul Web coding, settore in enorme crescita. Per mettere a punto il metodo d’insegnamento i due inventori ci hanno messo più di un anno, ma ad oggi i successi riscontrati sono talmente grandi che Decoded ha tre rappresentanze a Londra, nella Tech City dove è nata, a Singapore e New York, e  vanta migliaia di clienti di ogni tipo: dalla BBC, alla 20th Century Fox, all’Ufficio di Gabinetto inglese, a semplici privati.

Nello specifico Decoded si focalizza sulla creazione di App. “Insegniamo – afferma Parsons – a creare da zero un’applicazione che funzioni con qualsiasi dispositivo e cambi a seconda della location. Poi spetta agli alunni, se vogliono, continuare il percorso intrapreso e approfondire l’argomento. Molti – continuano – non hanno grande esperienza con la tecnologia, mostrano fin da subito una grande passione; scoprono quanto sia bello creare cose. Quando terminano il corso forniamo loro molte risorse gratuite, affinché possano cominciare a trasformare la loro App in un vero e proprio prodotto”.

Loading...

Vi consigliamo anche