0 Shares 13 Views
00:00:00
14 Dec

E-commerce: Amazon sperimenta la consegna preventiva

Michela Fiori
20 gennaio 2014
13 Views
amazon consegne

Tra qualche tempo vi ritroverete sull’uscio di casa quel paio di scarpe che avevate ammirato su Amazon. Il gruppo guidato da Jeff Bezos continua a stupire i propri clienti e dopo l’utilizzo dei droni per effettuare consegne a domicilio studia anche un sistema di consegne preventive. Amazon ha depositato un brevetto che codifica un metodo per iniziare ad avvicinare fisicamente i prodotti ai clienti potenziali ancor prima dell’acquisto effettivo.

Si tratterebbe di un modo per velocizzare i tempi di consegna, uno dei grandi (e pochi in verità) scogli che deve affrontare chi vuole cimentarsi in sessioni di shopping digitale. Molte volte infatti chi cerca degli articoli nei siti di e-commerce poi preferisce andarli a comprare direttamente nel negozio più vicino proprio a causa dei tempi di attesa spesso ritenuti troppo eccessivi.

Per anticipare i tempi di invio e aumentare il tasso di soddisfazione dei propri clienti Amazon invierà gli articoli maggiormente cercati dall’utente nel magazzino a lui più vicino.

Per azzeccare l’articolo giusto il big dell’e-commerce utilizzerà dei sistemi di tracciamento delle azioni degli utenti. In parole povere Amazon studierà i movimenti dei probabili acquirenti sul proprio sito. Traccerà i movimenti sul sito, i prodotti più richiesti, i carrelli virtuali, le ricerche su internet e il tempo che il mouse si ferma su determinati articoli. Attraverso l’analisi dei dati raccolti il sistema di tracciamento prepara una wish list da inviare al magazzino più vicino all’utente indeciso (e ignaro). Amazon specifica (ovviamente) che non c’è alcun obbligo di acquisto e che eventuali costi di ri-spedizione saranno assorbiti dall’azienda o annullati tramite promozioni specifiche.

Vi consigliamo anche