0 Shares 10 Views
00:00:00
17 Dec

Fujifilm X-A1: la digitale dall’anima social

Michela Fiori - 17 settembre 2013
Michela Fiori
17 settembre 2013
10 Views

Una delle attività preferite da chi frequenta i social network è condividere le foto. Che siano seriose o stupide, semplici o artistiche l’importante è immortalare i propri momenti importanti (e non) con un’immagine. Fare foto e condividerle in maniera istantanea è diventata un’esigenza sempre più diffusa che può trasformarsi anche in un’ottima occasione di business alla quale cominciano a credere anche le case produttrici di macchine fotografiche.

Arriva negli store italiani X-A1, la nuova fotocamera compatta della Serie X della Fujifilm. Oltre ad avere un corpo leggero e compatto e a pesare 330 grammi questa nuova fotocamera ha un sistema di trasferimento d’immagine con il Wi-Fi che permette permette di inviare e salvare immediatamente le immagini appena scattate su uno smartphone, un tablet o un computer e condividere in maniera quasi istantanea le foto scattate sui social network. Dal punto di vista hardware l’X-A1 ha un processore EXR II che garantisce un tempo di avvio di 0,5 secondi, un ritardo di scatto di 0,05 secondi e una sequenza di 5,6 scatti per secondo per un massimo di 30 scatti consecutivi.

Il sensore APS-C CMOS da 16.3 megapixel permette di scattare immagini nitide anche in condizioni di luce scarsa e consente di ottenere l’ effetto “bokeh”, nel quale viene messo a fuoco il soggetto in primo piano, mentre lo sfondo appare profondo e sfocato. Lo schermo LCD da 3 pollici basculante a 920.000 pixel può essere inclinato in alto e in basso per facilitare le riprese da visuali insolite.

Il flash è incorporato e utilizza la tecnologia Fujifilm Super Intelligent Flash per regolare l’apporto di luce necessaria a seconda della scena. Quando i soggetti sono in controluce o sotto il sole intenso, il flash fornisce la quantità di luce necessaria per illuminare i volti e gli oggetti ed evitare la presenza di forti ombre.

Loading...

Vi consigliamo anche