Come funziona Dubsmash: trucchi e consigli sull’app-mania del momento

Sbarcano su Facebook i filmati dell'app più famosa anche fra i VIP, Dubsmash. Basta scegliere la traccia audio, fare un video-selfie ed il gioco è fatto!

Su Facebook sta dilagando  la Dubsmash-mania e sono già tanti quelli che non riescono più a farne a meno, specie gli amanti del selfie e quelli dal video-facile.

Si tratta infatti in soldoni di video-selfie in playback. Tutto grazie a Dubsmash appunto, un’app che da tempo ha ormai trasformato tutti in esperti doppiatori, ha contagiato scettici e timidi della rete, conquistando però solo ora i fan del social più diffuso al mondo ed i suoi improvvisati interpreti.

Gratuita per Android come per Apple, l’applicazione ideata da tre programmatori tedeschi è di per sé banale ma efficace. E’ fatta per riprendere video e montare anche audio in modo perfetto – la sincronizzazione di labiali e/o espressioni facciali è la chiave di tutto, ricordate – scegliendo fra le tracce registrate come dialoghi di film famosi, brani celebri della musica italiana, skatch esilaranti, di tutto! Risultato? Sorprendente, accessibile e soprattutto pronto per essere diffuso e condiviso. E le visualizzazioni di sconosciuti utenti di FB così come per celebri profili s’impennano.

Dalla Dubsmash-mania non restano immuni nemmeno i VIP, basta guardare Totti che imita Ronaldo ad esempio.

Per sapere quali sono quelli più visti, un’altra app da scaricare è DubView Pro, solo per iOS.

Ma come funziona e quali trucchi è bene adottare con Dubsmash? Dopo aver scaricato l’app nella versione italiana, si comincia scegliendo l’audio, una frase particolare o un brano a scelta nel ricco elenco a disposizione, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Poi si registra un video selfie che servirà per la traccia video, inquadrandosi e ripetendo la traccia scelta (qualche prova assicura un risultato impeccabile). Poi, si procede a mixare il tutto, grazie al caricamento. Ultimo passo, la condivisione, una gamma di possibilità per rendere virale anche il proprio video ispirandosi magari a quelli più visiti, qui di seguito. Come resistere e non dare sfogo al proprio talento?

[foto: blog.2gzr.com]