0 Shares 10 Views
00:00:00
14 Dec

Google apre i primi data center in Asia

Michela Fiori
12 dicembre 2013
10 Views

Investire nelle economie emergenti sembra essere diventata una priorità per i big dell’hi-tech che cercano di mantenere un vantaggio competitivo stabile sui concorrenti. Dopo l’accordo di Apple con un gestore di telefonia cinese, anche Google prova a espandere il mercato e punta all’Asia.

Secondo quanto riporta il sito della Bbc, Big G avrebbe dichiarato l’intenzione di realizzare i primi due datacenter nella regione, una delle più popolose del mondo. In Asia vive oltre la metà della popolazione mondiale e l’importanza di presidiare la regione è di facile intuizione.

Secondo i dati diffusi dallo stesso Google, il numero di utenti internet nella sola India ha raggiunto quota 200 milioni (è raddoppiato in brevissimo tempo) mentre sono 60 milioni le persone che in Asia quest’anno ha iniziato a utilizzare Internet da smartphone e tablet: una vera e propria miniera tutta da scoprire.

I due centri permetteranno agli utenti di usufruire di un accesso più affidabile e rapido ai servizi di Google. L’investimento messo in preventivo da Mountain View per la realizzazione è di 200 milioni di dollari. I centri dati verranno realizzati a Taiwan e Singapore, luoghi in cui sono stati già acquistati gli spazi per la costruzione.

In un primo momento Big G aveva intenzione di investire anche su un terzo centro dati ad Hong Kong, ma l’idea è stata scartata per privilegiare investimenti sugli altri due data center.

L’Asia dunque sembra essere la nuova frontiera. L’economia in forte crescita e una popolazione giovane sembrano attrarre le mire espansionistiche dei big della tecnologia.

[foto: assets.inhabitat]

Vi consigliamo anche