0 Shares 6 Views
00:00:00
12 Dec

Google: maxi intesa con Audi, Honda, Hyundai, GM e Nvidia

LaRedazione
7 gennaio 2014
6 Views
google

Google ha trovato un maxi accordo commerciale con Nvidia, General Motors, Hyundai, Honda e Audi, che promette di incrementare ulteriormente il successo e l’espansione di Mountain View. Se è vero che la tendenza dei prossimi anni sarà quello di trasformare l’automobile in smartphone su strada, questo sembra essere il terreno di sfida più importante tra Apple e Google.

Va spiegato in questo senso l’accordo che Mountain View ha siglato con le case automobilistiche nell’ambito della Open Automotive Alliance: un nome che richiama immediatamente alla mente l’operazione portata a termine sette anni fa da Google, quando, in seguito alla comparsa sul mercato dell’iPhone, si decise di dare vita all’Open Handset Alliance, progetto finalizzato a creare un sistema operativo open con la partecipazione di tutti i produttori. Da quel progetto nacque Android, e considerando che oggi esso può essere considerato uno degli indiscutibili leader del settore, dal punto di vista delle quote di mercato, si può tranquillamente sostenere che l’iniziativa di allora fu un successo.

Sarà così anche per la Open Automotive Alliance? Certo è che la nuova alleanza per le automobili, che mette d’accordo il chipmaker Nvidia, Hyundai, Audi, Honda, General Motors e – appunto – Google, ha lo scopo di portare Android all’interno dei sistemi di infotainment in maniera specifica per le vetture. Già quest’anno dovrebbe essere presentata la prima auto derivata da questa strana alleanza: stando alle indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal, che la scorsa settimana ha parlato di un accordo tra Google e Audi, la vettura potrebbe essere prodotta proprio dal marchio tedesco.

Lo scopo attuale è quello di mettere a disposizione del sistema operativo una serie di funzioni che consentano agli sviluppatori di dare vita ad applicazioni in grado di rendere migliore l’esperienza digitale vissuta dentro l’auto. Il sistema nelle vetture sarà completamente in linea con i criteri richiesti dalla Nhtsa, vale a dire la National Highways Traffic Safety Administration. Quello di Google non è certo l’unico tentativo dei colossi dell’informatica di farsi strada nel mondo delle auto: più di un anno fa, infatti, Apple ha siglato un accordo con Honda, Chrysler, Audi, Toyota, Jaguar, Land Rover, General Motors, Bmw e Mercedes allo scopo di portare a bordo delle auto Siri, il noto sistema di conversazione di Cupertino.

Con la maxi intesa tra Google, Nvidia, Audi, Gm, Hyundai e Honda, l’impressione è che si sia aperto un nuovo campo di sfida globale, a metà tra l’automotive e l’informatica.

 

Vi consigliamo anche