0 Shares 8 Views
00:00:00
15 Dec

Google Nexus 10.2 in arrivo ad ottobre potrebbe essere Asus

LaRedazione
13 agosto 2013
8 Views

Potrebbe essere Asus a produrre il nuovo Google Nexus 10.2 in arrivo ad ottobre. Una decisione che potrebbe rappresentare un’opportunità di rilancio importante per l’azienda taiwanese, che era diventata un nome di punta nella produzione di netbook, prima che questo comparto venisse letteralmente spazzato via dal boom della diffusione dei tablet.

E così il 2012, che doveva segnare l’anno di massima espansione dei netbook, è stato quello in cui si è assistito invece ad un definitivo cambio della guardia, con le tavolette elettroniche che si sono impossessate di questa fetta di mercato nella sua interezza, una tendenza proseguita e consolidatasi nel 2013. Asus non si è però data per vinta, e proprio nella ricerca e nello sviluppo per la produzione dei tablet si è concentrata per andare di nuovo all’assalto del mercato. E proprio alla casa taiwanese potrebbero affidarsi quelli di Google per i nuovi Nexus in uscita nel prossimo mese di ottobre.

Due le versioni in rampa di lancio, il Nexus 4 che dovrebbe però finire sotto l’influenza di Motorola, che d’altronde ormai rappresenta una divisione di Google, ed il Nexus 10.2 che potrebbe essere sviluppato proprio da Asus e lanciato sul mercato nel giro dei prossimi due mesi; anzi, la data di uscita è stata ufficialmente annunciata, ed è improbabile al momento ipotizzare ritardi. Una scelta che potrebbe essere considerata in controtendenza rispetto al passato, visto che solitamente i tablet Android hanno portato il marchio Samsung, ma per Nexus 10.2 Google potrebbe cercare un’inversione di tendenza, considerando lo spirito low cost dell’operazione, che fa di Asus lo sviluppatore più competente per produrre ed assemblare un tablet dai materiali efficaci ed affidabili, ma comunque alla portata di tutte le tasche.

Google Nexus 10.2 sarà ovviamente un’evoluzione di Nexus 10, che al tempo della sua uscita sul mercato poteva vantarsi di essere il tablet con la maggiore risoluzione video tra quelli in circolazione. Nonostante questo, un display da dieci pollici ed altre caratteristiche di tutto rispetto, come il processore dual core Exynos, il costo della versione da sedici gigabyte si aggirava intorno ai trecentonovantanove euro, e quella da trentadue gigabyte sui quattrocentocinquanta euro, in grado quindi di competere in maniera ottimale con competitors come iPad o Samsung Galaxy. Stavolta, grazie all’apporto e all’esperienza di Asus, per il Nexus 10.2 Google conta di migliorare ulteriormente il rapporto qualità – prezzo, e riuscire così a rispettare la scadenza di ottobre presentando sugli scaffali dei negozi un tablet in grado di scuotere la concorrenza, ed ottenere un grande riscontro dagli utenti, aumentando così la diffusione generale dei Nexus sul mercato dei tablet.

Loading...

Vi consigliamo anche