Aol punta i social network e si prende Bebo

I social network continuano ad attrarre investimenti e così anche Aol fa in modo di non perdere troppo terreno rispetto ai competitor e annuncia di aver acquistato il social network Bebo per 850 milioni di dollari in contanti.

Bebo è il numero 3 nel marcato statunitense, secondo la stessa Aol, dopo MySpace di News Corp e Facebook; Bebo è primo in Irlanda ma non ha attirato utenti altrove, o almeno non Italia, dove è praticamente sconosciuto.

Gli analisti quindi si sono divisi: c’è chi pensa che il tentativo di Aol dimostri la necessità di stare dietro agli altri senza averne le competenze e le possibilità economiche (basti pensare che MySpace è valutato 15 miliardi e Facebook 10 mentre Bebo è stato acquistato per 850 milioni di dollari!) ma c’è anche chi pensa che grazie a Bebo Aol potrà rilanciarsi ed evitare di essere venduto da parte di Time Warner.

Randy Falco, amministratore delegato di Aol, ha definito Bebo “perfettamente complementare rispetto alla rete di comunicazione legata ad Aol e in grado di offrirci un ruolo guida all’interno dei social media”.

A questo punto ci si chiede: Aol punterà ancora su Yahoo! oppure lascerà perdere l’affaire? E, soprattutto, Bebo riuscirà davvero a mettere Aol nella condizione di competere con i grandi big del settore?