Apple Watch: funzioni, caratteristiche e prezzi

L'atteso gioiello hi-tech del colosso americano ha funzioni personalizzabili per social, email, web ma anche per fitness e vita quotidiana

La presentazione di iWatch ieri a San Francisco

Tim Cook durante la presentazione di ieri a San Francisco

L’ultima creazione della specie Apple è stata presentata ieri al Yerba Buena Center of the Art di San Francisco:  l’Apple Watch ed è un orologio digitale che entrerà nella nostra vita, molto più di quanto possiamo immaginare.

Non a caso Tim Cook – al timone della mela rosicchiata dai fatturati stellari – nella presentazione mondiale l’ha definito come l’oggetto più personale fra quelli di ultima generazione. Il nuovo smartwatch uscito da Apple garantisce una perfetta simbiosi con il legittimo proprietario, ecco come.

 

Fitness e customization
Lasciando all’utente la possibilità di rendere l’Apple Watch più o meno allineato con i propri parametri fisici, permette di organizzare anche il benessere fisico grazie ad un research kit, focus di una sperimentazione in Apple basato su dati personali che, inseriti nel dispositivo, configurano la condizione attuale e quella ottimale con tanto di “scheda” d’allenamento (ma sui dati personali l’azienda garantisce la totale privacy).

La sincronizzazione fra ritmi biologici personali e training per migliorare la propria ed unica condizione fisica è solo una delle aree di attività dello smartwatch.

Social a portata di polso
Nel nuovo gioiellino digitale poi, ci sono altre molteplici funzionalità tecniche in uso sugli smartphone: ricevere messaggi di social network ed email ma soprattutto rispondere ad ognuno di essi, interagendo col web grazie a semplici comandi vocali. Funzioni legate a dispositivi wirless che costellano e controllano sempre più la vita quotidiana. Non ultimo, con Apple Pay, la possibilità di pagare o disporre ogni transizione a portata di polso nonché svariate app installabili nel tempo.

Le funzionalità di iWatch ed una batteria da 18 ore


In sintonia tutto il mondo Apple

Perfettamente sincronizzato con le funzionalità garantite dalla stirpe iPhone presente e futura (a partire da iPhone 5), l’orologio è pronto ad interagire con tutto l’universo di tecnologia ipotizzato per i due prodotti. E ad esempio, da subito installata c’è un’app che trasforma Apple Watch in un mirino per la fotocamera iSight dell’iPhone.

Ricarica di nuova generazione
Per ricaricare il prezioso alleato non si poteva essere da meno. Apple presenta con il suo Watch – che resta in vita autonomamente per un massimo di 18 ore no stop dopo una giornata tipo – anche un Watch Magnetic Charging Cable, ovvero un cavetto simile ad una cuffietta con una piastrina magnetica da applicare sul retro dello smartwatch, in grado di ridare energia alle sue funzioni (disponibile di un metro o due di lunghezza, rispettivamente a 29 e 39 dollari).

Presto in vetrina
L’Apple Watch sarà esposto negli store Apple non prima di aprile (c’è chi spiffera il 24 del mese) in USA, Canada, Giappone, Australia, Francia, Germania, Hong Kong e Regno Unito. Ma per le ordinazioni a beneficio dei veri cultori del mondo Apple l’appuntamento è dal 10 aprile.

Funzioni ed app per gestire ed organizzare ogni dettaglio quotidiano

Le versioni ed i prezzi
Per ora sono state lanciate versioni in acciaio, alluminio oppure oro (rosa e giallo). Ma in vista ci sono anche varianti con brillanti e strass che tempesteranno le versioni più luxury previste sul mercato in nome della personalizzazione che vuole contraddistinguere il prodotto, una politica decisamente più glam rispetto allo standard o, se vogliamo, una scelta voluta per risultati che potranno distinguerlo dai prodotti più popolari, quanto hi tech, dei futuri concorrenti.

Il prezzo sul cartellino dovrebbe aggirarsi sui 349 dollari per l’entry level – il modello Sport – mentre sul top di gamma si parla di poco meno di 5mila dollari. Ma le cifre vanno ben oltre per i modelli in oro giallo o rosa da 18 carati, fino a sfiorare quasi i 18mila dollari.

[foto: Reuters / CNet / Apple.com]