0 Shares 11 Views
00:00:00
12 Dec

Applicazioni sessuali vietate da Apple

22 febbraio 2010
11 Views

Apple vieta l’inserimento di applicazioni e quant’altro possa essere riferibile alla sfera sessuale sul suo store.

Lo ha riferito uno sviluppatore "specializzato" secondo cui Apple avrebbe escluso dallo Store circa 5000 applicazioni in qualche modo riconducibili alla sfera erotica e sessuale, comprese immagini di ragazze in bikini.

Lo sviluppatore, che lavora per la piattaforma Wooble, ha anche dichiarato che il business dell’azienda è in perdita da quando Apple ha deciso di rimuovere i contenuti non ritenuti idonei

Lo scopo di Apple, scrive BusinessInsider, è di evitare di cedere al soft porn concentrandosi invece su applicazioni più sostanziose e di prestigio anche se alcuni lamentano la presenza di situazioni contradditorie che per esempio vedono l’applicazione di Playboy quasi del tutto funzionante e senza limiti.

Da un punto di vista tecnico, inoltre, la decisione coglie di sorpresa dato che il nuovo sistema operativo dell’iPhone consente ai genitori di bloccare l’acquisto delle applicazioni "vietate ai minori" grazie all’opzione Parental Control.

Va inoltre detto che la mossa di Apple potrebbe portare ad una nuova lotta tra produttori visto che per esempio su Android è permesso l’inserimento di qualunque tipo di applicazione, comprese quelle porno-soft.

Si aspetta ora la comunicazione ufficiale, o comunque un pronunciamento, da parte di Apple che per ora ha lasciato correre.

Vi consigliamo anche