0 Shares 13 Views
00:00:00
12 Dec
Senza categoria

Bill Gates finanzia i preservativi al grafene

Michela Fiori
22 novembre 2013
13 Views

La prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili potrà avere presto un nuovo alleato, un nuovo preservativo realizzato con un materiale del tutto innovativo, super leggero e iper resistente: il grafene.

Lo studio del nuovo dispositivo anticoncezionale è portato avanti dalla University of Manchester che secondo quanto riporta il Telegraph dovrebbe avere una composizione mista di lattice e grafene.

Per gli scienziati americani l’uso di questo particolarissimo tipo di materiale caratterizzato dallo spessore di un solo atomo ma duro come il diamante consentirebbe di creare condom più resistenti, sicuri e sottili.

Il progetto ha raccolto l’interesse anche della Bill & Melinda Gates Foundation, fondazione creata dal magnate dell’hi-tech Bill Gates che promuove l’uso dei contraccettivi nei Paesi emergenti. Gates  ha deciso di contribuire al progetto con 64mila sterline, una cifra relativamente irrisoria se si pensa all’entità del patrimonio della fondazione pari a 36 miliardi di dollari ma che rappresenta un primo input di stimolo alla ricerca.

Scoperto per la prima volta nel 2004 da Andrew Geim e Kostya Novoselov (nel 2010 ci hanno vinto un Nobel per la Fisica) per la sua resistenza il grafene attualmente viene utilizzato principalmente per il rivestimento di alcuni giubbotti antiproiettile e di alcuni modelli di pannello solare.

Se portato a termine il progetto potrebbe apportare uno strumento valido nella lotta alle malattie sessualmente trasmissibili, soprattutto in quei paesi in via di sviluppo dove il controllo delle nascite non ha ancora raggiunto metodi diffusi e standardizzati. La prevenzione dell’Hiv e affini comporterebbe una miglioramento della qualità di vita di adulti e bambini. Nei Paesi più poveri dove l’Aids è più diffuso purtroppo il virus dell’Hiv viene trasmesso dalla madre al feto.

Vi consigliamo anche