0 Shares 17 Views 1 Comments
00:00:00
11 Dec

Disdetta Sky senza pagare penali: moduli e informazioni

24 febbraio 2011
17 Views 1

Se siete tra quanti che hanno deciso di disdire l’abbonamento a Sky perchè insoddisfatti, per passare alla concorrenza di Mediaset Premium o per motivi personali, vi forniamo le indicazioni utili per farlo senza pagare penali e nel pieno rispetto della legge.

Sappiate in primis che l’abbonamento a Sky si può disdire in qualunque momento ma che in relazione al momento scelto l’azienda può decidere di applicare dei costi di servizio ai quali non si può dire di no: se decidete di disdire Sky alla scadenza dell’abbonamento non dovrete pagare nulla e la stessa cosa accade se decidete di disdire Sky in anticipo usufruendo del decreto Bersani.

Per usufruire del decreto Bersani dovete inviare una raccomandata A.R. al Servizio Clienti di Sky, anticipata via fax al numero 0276610107 allegando una copia dell’abbonamento ed una fotocopia del documento di identità dell’intestatario dell’abbonamento stesso.

Il modulo per la disdetta lo trovate a questo indirizzo per cui vi basta stamparlo, riempirlo ed inviarlo con tanto di firma al numero di fax indicato e all’indirizzo di cui sopra.

Se decidete di disdire Sky prima della scadenza del contratto Sky vi potrà chiedere solo il costo sostenuto e legato alla cessazione del contratto e l’eventuale restituzione dei soldi che l’azienda vi aveva trattenuto nel caso aveste beneficiato di offerte: se per esempio avete usufruito di uno sconto del 50% sul totale dell’abbonamento mensile, tale costo vi sarà chiesto da Sky in virtù della legge Bersani che permette appunto all’azienda di chiedere la sostituzione di eventuali somme.

La disdetta costa dunque 11,44 euro IVA inclusa e dovete pagare a Sky i seguenti importi:
– quelli dovuti a titolo di Corrispettivo per il Servizio fruito fino alla data di efficacia del recesso
– il rimborso dei Costi dell’Operatore, ovvero gli 11,44 euro IVA inclusa

Null’altro potrà esservi chiesto da Sky quindi diffidate di chiamate da parte dell’azienda e se ciò accade chiedete che vi venga inviata regolare fattura con tanto di lettera allegata per prendere visione di quanto vi viene comunicato verbalmente al telefono; questo perchè spesso Sky incarica società di recupero crediti che, per tutelare i loro interessi, chiedono più di quanto la legge preveda si possa chiedere facendo affidamento sulla poca voglia degli abbonati di infilarsi in situazioni difficili e rognose.

Vi ricordiamo che entro 30 giorni dalla fine del contratto è necessario restituire il decoder e la Smart Card ad uno Sky Service per non incorrere nel pagamento della penale di circa 200 euro: anche in questo caso aspettate la comunicazione scritta dell’azienda e non fidatevi delle telefonate e all’atto della restituzione dell’apparecchio fatevi rilasciare una lettera.

Il nostro consiglio è comunque di inviare la lettera di disdetta sia a Sky che ad un’associazione dei consumatori in modo tale da essere tutelati in caso di controversie che potessero verificarsi.

Vi consigliamo anche