0 Shares 10 Views
00:00:00
11 Dec
Senza categoria

Empatica: il bracciale che misura le emozioni

Michela Fiori
30 settembre 2013
10 Views

In un futuro non tanto lontano saranno le macchine ad occuparsi della salute delle persone, un po’ come predetto dal  film Oblivion dove per guarire ci si affida a tac che oltre a diagnosticare la malattia riescono anche a curarla. È il futuro della medicina, dove software specializzati aiutano gli uomini a stare meglio e (forse) qualche professione sparisce. Alcune previsioni affermano che la diagnosi delle malattie verrà effettuata a breve da robot e computer con bassissimi margini di errore.

In questa direzione va una startup tutta italiana ideata da un gruppo di giovanissimi: Empatica. Si tratta di una società fondata nel 2007 da tre ricercatori del Politecnico di Milano che si occupa di rendere misurabili le emozioni attraverso dei sensori elettronici, una sorta di bracciali che misurano i parametri fisiologici di una persona. I dati raccolti vengono inviati allo smartphone della persona “sotto studio” e inseriti in una dashboard online.

Le applicazioni principali di Empatica si traducono nella misurazione dello stress della persona. Monitorando le reazioni agli eventi nel corso della giornata il bracciale aiuta gli specialisti nella cura e prevenzioni di disfunzioni legate allo stress.

Fondata a Milano, la startup ha aperto anche una sede negli Usa. I bracciali di Empatica vengono venduti a ospedali e università in tutto il mondo e possono essere utilizzati anche per misurare altre patologie come autismo, ipertensione e diabete.

Vi consigliamo anche