I Sims presto al cinema grazie a Fox

Dopo aver venduto 85.000 copie in tutto il mondo e aver appassionato videogiocatori di tutte le età, secondo la rivista Variety il videogame The Sims sbarcherà presto sul grande schermo.

Ad acquistarne i diritti è stata la Fox che potrebbe decidere di chiamare la pellicola semplicemente The Sims: the movie.

Il problema è in che modo rendere cinematograficamente appetibile un prodotto che non ha trama e che, nelle sue vesti di videogioco, si nutre della capacità del giocatore di definire le scelte dei personaggi che muove? La particolarità di The Sims, infatti, è il fatto che ogni giocatore decide come muovere il proprio personaggio nello spazio virtuale, scegliendo le sue azioni, i suoi comportamenti, gli oggetti e le persone di cui circondarsi: scegliendo, in pratica, la vita del suo avatar.

Immediata la replica di Steve Asbell e Rod Humble di Fox ed Electronic Arts: “The Sims è una versione interattiva di una storia antica. Racconta cosa accade quando si ha nelle mani un enorme potere e bisogna saperci fare i conti”.

E da ciò la considerazione per cui probabilmente il The Sims movie sarà la storia, sul grande schermo, del rapporto del giocatore con il suo alter ego nel mondo virtuale: una sorta di incrocio tra Matrix e il Truman Show in cui un individuo si accorge, ad un certo punto della sua vita, di vivere all’interno di un mondo virtuale e di essere comandato dall’esterno.

Il progetto cinematografico legato ai Sims si inserisce in VirtualMe, la nuova piattaforma della della Electronic Arts che ha deciso di interagire con altre realtà nella definizione dei suoi progetti a lunga e media scadenza.