Il canone Telecom aumenterà da febbraio

Dall’1 febbraio 2009 il canone Telecom costerà 1,26 euro in più, passando dagli attuali 12,14 euro a 13,40 euro: lo ha stabilito l’Agcom dopo l’autorizzazione di Bruxelles.

Il Consiglio dell’Agcom, a novembre scorso, aveva esaminato e dato una sorta di prima approvazione allo schema di provvedimento relativo alla proposta Telecom, che prevede di portare l’ammontare del canone dagli attuali 12,14 a 13,4 euro al mese per i clienti residenziali, milioni di famiglie abbonate al principale operatore fisso in Italia. Con il via libera arrivato da Bruxelles l’Agcom ha così definito la misura, con una delibera.

Si tratta del primo aumento del canone da sei anni a questa parte. L’ultima manovra di adeguamento del canone telefonico per la clientela residenziale era stata attuata a luglio 2002; da allora il gruppo non ha aumentato i prezzi dei servizi di accesso residenziale.

Con la manovra tariffaria, Telecom, secondo fonti di mercato, si appresta a incassare circa 160 milioni di euro di maggiori entrate l’anno; una somma che, secondo quanto indicato dall’Autorità, dovrà però essere destinata al miglioramento del servizio.

Contestualmente all’aumento del canone, l’Authority ha dato inoltre il suo ok agli impegni, presentati da Telecom Italia, per l’apertura della rete di accesso ai concorrenti che scatteranno dal prossimo primo gennaio.