0 Shares 17 Views
00:00:00
18 Dec

Il lettore Kindle arriva in Italia: pro e contro

La Redazione - 8 ottobre 2009
La Redazione
8 ottobre 2009
17 Views

Arriva anche in Italia, anche se sarà disponibile da lunedì 12 ottobre, il lettore per libri digitali Kindle di Amazon che costerà 279 dollari.

Kindle può scaricare libri e quotidiani elettronici connettendosi a Internet senza fili ma all’estero è possibile farlo soltanto connettendosi alla rete con un cavo usb.

Il lettore internazionale sfrutterà ora il network globale di At&t per allacciarsi a Internet in modalità wi-fi in tutto il mondo.

Ancora parecchi i limiti visto che la maggior parte dei libri pensati appositamente per il lettore Kindle nella versione internazionale saranno scritti in lingua inglese e il numero di titoli è inferiore a quello disponibile negli Stati Uniti.

In America i lettori possono infatti scegliere tra circa 355.000 titoli mentre nel resto del mondo per ora non ne avranno oltre 200.000.

Il prezzo medio di un ebook è di 9.99 dollari e le pagine possono essere sfogliate premendo i pulsanti a lato; altra particolarità di Kindle è il fatto che permette piena interattività tra utente e libro in quanto è possibile aggiungere appunti in formato testo o lasciare un segnalibro digitale e il testo stesso è configurabile secondo diverse dimensioni.

Oltre al catalogo di ebook, che resta comunque per ora solo in inglese, lo store di Kindle presenta anche un’edicola con decine di testate internazionali tra cui anche il Corriere della Sera e La Stampa; per ciascun quotidiano si può sottoscrivere un abbonamento mensile (circa 19,99 dollari al mese) e poi accedere all’edizione integrale ogni mattina.

Svantaggio di Kindle è sicuramente il fatto che non permette di navigare su Internet ma solo di "sfogliare" alcuni blog e webzine pagando un abbonamento e che per ora anche questa funzione è offerta solo negli Usa.

Altro limite, evidente e importante di Kindle è il fatto che questo legge solo file in formato proprietario .amz e dunque non si possono aggiungere alla memoria di 2GB volumi che non siano stati acquistati su Amazon.

Si può dunque affermare che Kindle sia un’innovazione e sia migliore del libro cartaceo? A nostro parere no ma tutto è soggettivo.

Il nostro NO è motivato dai limiti tecnologici ma anche dal fatto che, ad oggi, l’e-book non riesce a decollare del tutto probabilmente perchè si è ancora legati ad un’idea di libro come prodotto da maneggiare, come supporto da vivere. E con la tecnologia di mezzo certe sensazioni vengono meno, lasciando il dubbio che si tratti davvero di innovazioni.

Loading...

Vi consigliamo anche