Il WiFi fa male alla salute?

A Report, in onda ieri sera su Rai 3, è stato affrontato il tema relativo alla tutela ambientale, alla qualità della vita e alla salute ed è stato affrontata anche la questione relativa al WiFi.

Le comunicazioni senza fili ci danno infatti la libertà di utilizzare un computer come usiamo un telefono cellulare; i governi e le compagnie telefoniche hanno deciso di puntare sul Wireless e stanno installando ripetitori e centraline ovunque, anche nelle scuole.

WiFi, un’inchiesta di BBC Panorama, ha investigato sulle accuse di alcuni scienziati secondo i quali lo smog elettromagnetico potrebbe provocare, a lungo termine, danni alla salute.

Relativamente al fatto se il WiFi faccia male o meno alla salute, sono diverse le prese di posizione: c’è chi sostiene che a far male sia l’elevato tempo di esposizione alle basse radiazioni e chi invece sostiene che non c’è alcun rischio, nè a breve nè a lungo termine.

Allo stato attuale, comunque, "non esistono evidenze scientifiche che il Wi-Fi danneggi la salute della popolazione", ha spiegato Pat Troop, amministratore delegato di Hpa relativamente alla decisione dell’Inghilterra di avviare una ricerca per esaminare il comportamento dei soggetti sottoposti alle radiazioni elettromagnetiche del WiFi.

Il dibattito resta dunque aperto e, come tutte le tecnologie, lo scontro potrebbe durare a lungo: non a caso se pensiamo alle polemiche relative ai danni dei cellulari sul cervello umano c’è da chiedersi davvero dove sia la verità…