iPhone Apple, chi lo critica e chi lo osanna

Sono già tra i 500.000 e i 700.000 gli utenti in possesso del nuovo cellulare Apple ma le critiche negative cominciano a comparire e c’è chi grida al ladrocinio.
Secondo Bloomberg l’iPhone è stato vendutissimo, al punto che quasi tutti gli Apple Storehanno terminato le scorte in brevissimo tempo anche se, sostiene BusinessWeek, i margini di guadagno per la Apple sono spropositati se si pensa a quanto ammonta il costo finale, e reale, dell’apparecchio: produrre un iPhone da 4 GB, venduto a 499 dollari, costerebbe circa 200 dollari mentre la versione da 8 GB, venduta a 599 dollari, non costerebbe più di 220 dollari.

Conti alla mano, per un iPhone Apple guadagnerebbe circa 200 euro netti, senza calcolare ovviamente il costo di progettazione e il costo di sviluppo del software.

Critiche arrivano anche sul fronte della sicurezza: secondo Errata Security il browser contenuto nell’iPhone permetterebbe il facile accesso di estranei all’interno dell’apparecchio e, di conseguenza, il controllo totale del cellulare e l’invio/ricezione di malware.

In realtà a ben analizzare, ciò vale, in linea di massima, per tutti i cellulari dotati di un browser e di connettività alla Rete per cui la stessa Errata Security sottolinea come l’iPhone sia uno dei cellulari più sicuri presenti sul mercato.

ABC News ha invece raccolto le lamentele di alcuni utenti che parlano di ritardi consistenti nell’attivazione dei servizi di connettività da parte di AT&T, l’operatore che per almeno due anni avrà l’esclusiva sull’iPhone e che si è affrettato a dichiarare di aver già risolto i problemi dovuti al boom dell’iPhone Apple nei primi giorni.

Dalla Cina arriva poi la notizia che è stato l’iPhone Apple è già stato clonato da Meiz e, chiamato M8, è venduto ad un prezzo oscillante tra i 300 e i 400 dollari.

Infine la Apple ha diramato un comunicato ufficiale in cui spiega che se le batterie dell’iPhone verranno manomesse, a seguito di qualunque tipo di problema, privatamente, si andrà incontro ad un costo pari a 85-100 dollari: se infatti le batterie perdono oltre il 50% del loro potenziale entro la durata della garanzia, la batteria sarà sostituita gratuitamente mentre in caso contrario si andrà incontro ai suddetti costi e non saranno accettate lamentele.

Nel caso in cui la garanzia sia già scaduta la sostituzione prevede il pagamento di 79 dollari (più 6,95 dollari per l’invio in assistenza) e l’intervento richiede in media 3 giorni lavorativi, più i tempi di invio e ricezione; sarà possibile richiedere un iPhone sostitutivo al costo di 23 dollari.

Gli utenti nel complesso si dichiarano però soddisfatti dell’iPhone e qualcuno, tanto per ingannare l’attesa, ha già girato il primo film: