Italian Job, il trojan tutto italiano

Secondo TrendMicro è allarme rosso per la presenza del trojan Italian Job che si diffonde visitando piccoli siti turistici italiani, ruba i dati raccolti nei computer dei navigatori, compresi i numeri delle carte di credito, e li invia a un server di Chicago.

Per TrendMicro, inoltre, i navigatori sono particolarmente a rischio se usano versioni non aggiornate di Microsoft Internet Explorer e i siti infettati che l’azienda ha individuato sono oltre 4.500; la maggior parte dei siti infettati sono piccoli siti turistici registrati nel dominio .it,  come AdriaHotel e Bestoftuscany.

Un portavoce della Trend Micro ha inoltre precisato che l’attacco è stato messo a punto usando un software per hacker venduto in Russia che costa circa 700 dollari, ma non è chiaro chi siano gli hacker e soprattutto perché abbiano preso di mira i siti web sui viaggi in Italia, una delle destinazioni turistiche più famose al mondo.