iTunes, l’Ue pone delle regole

Apple è stata bacchettata dall’Ue che, tramite il commissario europeo per la tutela dei consumatori Meglena Kuneva, ha posto l’accento sull’incompatibilità del sistema iTunes-iPod con la concorrenza.

“Pensate che sia giusto che un Cd sia riprodotto in tutti i lettori Cd mentre un brano di iTunes possa essere sentito solo su un iPod? Io no. Qualcosa deve cambiare”, ha detto la Kuneva, lasciando intendere che l’Ue si mobiliterà in maniera tale che le cose cambino.

Questo perchè, esattamente come voluto dalla Apple, iTunes è compatibile solo con i lettori musicali iPod e dunque chi acquista un brano su iTunes può ascoltarlo solo sul lettore Apple e viceversa chi acquista un iPod non può ascoltare brani scaricati e acquistati da altri siti.

E se in tutta Europa si stanno moltiplicando le iniziative dei difensori civici e delle associazioni dei consumatori contro Apple, in Norvegia un difensore civico ha decretato l’illegalità del sistema iTunes-iPod intimando ad Apple di liberalizzarlo entro il primo ottobre per evitare qualunque battaglia legale.

A livello istituzionale, invece, è la prima volta che la Ue si pronuncia contro Apple e anche se da Bruxelles hanno fatto sapere che “il commento della Kuneva era strettamente personale. E rappresenta la sua idea di come dovrebberero evolversi i diritti dei consumatori”, tutti si aspettano una presa di posizione decisa e drastica nei confronti del colosso di Cupertino.