L’Oréal elegge testimonial su Second Life

Continua la Second Life mania che ha ormai contagiato, a tutti i livelli, sia i privati che le aziende. L’ultima in ordine di tempo a sbarcare sulla piattaforma virtuale online è stata L’Oréal Paris, con un evento-concorso di bellezza che ha eletto il volto della marca nella piattaforma virtuale.

Circa 200 avatar si sono iscritte e sottoposte alle durissime selezioni di una giuria tecnica di esperti L’Oréal; l’evento ha registrato il tutto esaurito e, come ogni concorso di bellezza che si rispetti, è stato preceduto da infinite sessioni di prove e defilè, coordinate dalla model agency Aspire, una delle più note di Second Life.

Tutte le candidate hanno presentato 3 look: casual-chic, formale e beach e sono state intervistate dalla giuria sulla loro personalità, i loro sogni e sul loro contributo alla comunità di Second Life.

Alla fine Isabella Sampaio, avatar brasiliana di origini indonesiane, ha ottenuto scettro e corona come volto globale e virtuale di L’Oréal Paris in Second Life e sarà portavoce della marca nell’universo parallelo.

Una caratteristica che accomuna Isabella alle testimonial in carne ed ossa della marca non è solo l’avvenenza, ma anche i molteplici interessi (lettura, sport, volontariato), l’impegno nel sociale e il fatto di rappresentare un’icona globale di bellezza cosmopolita e sofisticata.

Al termine dell’evento una consulente di bellezza L’Oréal Paris è rimasta a disposizione dei presenti per domande, consigli personalizzati e curiosità utili sia per gli avatar che per le donne vere.