0 Shares 11 Views
00:00:00
12 Dec

USA: la polizia testa i Google Glass

Michela Fiori
10 febbraio 2014
11 Views
google glass polizia

I Google Glass potrebbero essere presto utilizzati anche per la lotte al crimine. La polizia di New York sta testando gli occhiali supertecnologici di Google e presto i 34mila agenti del dipartimento potrebbero scendere in strada armati anche di un supporto ipertecnologico in grado di aiutarli a individuare persone scomparse, ricercati, criminali e truffatori.

Attualmente i Google Glass ancora non sono in dotazione alle pattuglie ma afferma il commissario Stephen Davis “Il dipartimento sta valutando le possibilità che questi occhiali offrono”.

Gli occhiali Google potrebbero diventate un utile supporto per registrare crimini in tempo reale. Pratici e leggeri, dotati di una fotocamera integrata i Google Glass potranno essere utilizzati dai poliziotti per filmare in presa diretta le scene del crimine o azioni d’intervento delicate.

Da Mountain View al momento non arrivano conferme, anzi è stata smentita qualsiasi partnership con il dipartimento di polizia di New York.

L’utilizzo della tecnologia da parte delle forze dell’ordine americane non è solo riservato agli occhiali Google. La polizia di San Francisco già da alcuni mesi ha dotato i suoi uomini di smartphone Samsung utili per consultare in tempo reale i database digitali e individuare i criminali con maggiore facilità.

Dopo l’arrivo dello spray al peperoncino, anche l’Italia sembra pensi a dotare le forze dell’ordine di soluzioni tecnologiche utili ad acciuffare prima e meglio i delinquenti. Avviare un programma di sperimentazione dei Google Glass significherebbe accorciare il gap con gli altri Paesi. Se la possibilità di identificare i criminali con maggiore efficacia può entusiasmare gli animi, i problemi legati alla violazione della privacy che comporta l’utilizzo di questi strumenti però possono creare difficoltà nell’utilizzo corretto. Ma questa è un’altra storia.

 

 

Vi consigliamo anche