0 Shares 20 Views
00:00:00
18 Dec

Le chiamate verso l’144 non possono essere bloccate

dgmag - 11 agosto 2009
11 agosto 2009
20 Views

Niente blocco preventivo per le chiamate verso numeri con sovrapprezzo: lo ha stabilito il Consiglio di Stato secondo cui non è possibile bloccare le telefonate verso i numeri che oltre al costo della telefonata prevedono il pagamento di un servizio fornito da società diverse dall’operatore telefonico.

Si trattava di un filtro preventivo disposto dall’Autorità delle Comunicazioni per arginare il fenomeno delle bollette astronomiche gonfiate dal costo di telefonate a servizi, come cartomanti e linee erotiche, dai costi alti e di difficile comprensione per molti utenti.

Il provvedimento dell’Autorità, bocciato in appello dal Consiglio di Stato dopo il pronunciamento del Tar, prevedeva un blocco su tutte le linee telefoniche di tutte le chiamate a numeri con prefisso 144, 166, 892, 899, delle connessioni satellitari e di altre chiamate internazionali a rischio.

Un limite disattivabile, su richiesta dell’utente, per consentire il libero accesso ad ogni servizio da parte di chi ne fa un uso consapevole.

Il Consiglio di Stato ha anche ridefinito la competenza in questa materia che spetta all’Autorità per le Comunicazioni la quale ha dichiarato di voler per la quarta volta di disporre un filtro per arginare il fenomeno: i primi tre interventi sono stati vanificati da ricorsi presentati alla giustizia amministrativa da società che forniscono i servizi telefonici a sovrapprezzo.

L’Autorità punta infatti a reintrodurre il blocco delle chiamate nel minor tempo possibile.

Loading...

Vi consigliamo anche