Microsoft ci riprova con Yahoo!

Yahoo! è in crisi, inizia a licenziare e Microsoft decide di approfittare di questo momento per avanzare la sua proposta di acquisizione.

Microsoft ha infatti lanciato una offerta pubblica di acquisto di Yahoo per 44,6 miliardi di dollari.

Lo scopo è chiaro: annettere Yahoo! per fare davvero paura a Google nel settore della pubblicità online e se Microsoft non è stato esplicito, la missiva inviata a Yahoo! lo è senza mezzi termini.

"Il mercato della pubblicità online sta crescendo molto velocemente, da più di 40 miliardi di dollari nel 2007 a circa 80 miliardi nel 2010".

In questo momento, sottolinea Microsoft, "questo mercato è sempre più dominato da un solo attore. Insieme, Microsoft e Yahoo! possono offrire una scelta competitiva, soddisfacendo in modo migliore le necessità di clienti e partner"

Microsoft è pronta a offrire 31 dollari per azione Yahoo ed è pronta ad avviare subito discussioni per una fusione.
"L’offerta non è soggetta a nessuna condizione finanziaria", ha reso noto Microsoft. "Riteniamo che essa possa sviluppare un valore superiore per gli azionisti".
"La combinazione delle due compagnie offrirà una scelta competitiva, svilupperà benefici di scala e calmiererà i costi per gli inserzionisti".

Grazie all’acquisizione Microsoft vede 4 aree di business che genererebbero sinergie per almeno 1 miliardo di dollari l’anno.
Microsoft ritiene inoltre prevedibile che il cda di Yahoo sia ora disponibile ad accettare la proposta dopo che un tentato avvicinamento della società di Redmond era stato respinto tra fine 2006 e inizio 2007.

Riusciranno due attori di mercato, tendenzialmente forti ma schiacciati, a prendersi un pezzetto di mercato strappandolo a Google oppure una potenziale unione non modificherà l’assetto del Web se non a fronte di un cambio drastico della mentalità imprenditoriale?