Microsoft vuole Yahoo! che ora ha paura

Microsoft ha fatto sapere di non avere alcuna intenzione di alzare l’offerta per acquistare Yahoo! ma l’azienda di SunnyVale definisce un piano di buonuscita per i suoi dipendenti per difendersi dagli ormai presunti piani di conquista di Microsoft.

In sostanza Yahoo! ha deciso che, in caso di acquisizione della società da parte di un’altra azienda, gli impiegati a tempo pieno dovranno ricevere una buonuscita pari ad almeno quattro mesi di stipendi mentre per i manager è previsto un bonus pari a ben due anni di retribuzione; Yahoo ha inoltre stabilito che gli impiegati potranno usufruire della buonuscita sia se verranno licenziati sia se decideranno di lasciare il lavoro per una "buona ragione" entro due anni da un eventuale cessione a un’altra società.

Allo stato attuale, nonostante Microsoft non abbia intenzione di alzare la posta, Yahoo! stab facendo di tutto pur di scoraggiare Gates e company e probabilmente per concludere l’operazione con News Corp. di Rupert Murdoch.

C’è da dire che comunque Microsoft avrebbe intenzione di passare alle vie per sfidare il consiglio di amministrazione di Yahoo! mettendo in piedi una battaglia legale allo scopo chiedere la sostituzione dei componenti del cda di Yahoo! che sono tutti in scadenza quest’anno; si tratta della cosidetta proxy fight, ovvero una battaglia condotta attraverso le deleghe raccolte presso gli azionisti.

In sostanza Microsoft potrebbe arrivare in assemblea con la maggioranza dei diritti di voto e far in modo che il board manageriale di Yahoo! venga cacciato e sostituito con uno nuovo favorevole all’operazione; per questo Microsoft starebbe pensando seriamente di rivolgersi direttamente agli azionisti, tra cui alcuni fondi di investimento, che potrebbero essere interessati a chiudere la trattativa.