Motorola pronta per il WiMAX in Italia

Motorola è pronta a supportare gli operatori anche in Italia con il suo ecosistema wireless broadband.

Ad oggi Motorola ha all’attivo 17 contratti WiMAX siglati, più di 60 trattative in atto, di cui 46 trial commerciali attivi in 40 Paesi di tutto il mondo; Reti WiMAX sono state realizzate in vari Paesi, dagli USA al Pakistan, dalla Germania al Bahrein e attualmente sono attivi trial commerciali in diversi territori, come il Vietnam, i Paesi Bassi, il Giappone.

In Italia le licenze sono state aperte alla fine del 2007.

Motorola offre un portafoglio completo di soluzioni e servizi wireless broadband, chiamate MOTOwi4™, che portano ed estendono la copertura. Tra esse vi è anche Wi4 WiMAX. Tale portafoglio fornisce innovative soluzioni end-to-end ed è in grado di portare la copertura IP in qualunque territorio. MOTOwi4™ comprende anche altre soluzioni come wi4 Fixed, wi4 Mesh, e wi4 Indoor solutions per reti pubbliche e private.

Tutte le soluzioni MOTOwi4™ possono essere integrate l’una con l’altra o possono essere impiegate singolarmente per necessità specifiche per reti pubbliche e private.

Le soluzioni WiMAX di Motorola si basano sullo standard IEEE (Institute of Electrical and Electronic Engineers, Inc.) 802.16e-2005, adottato nel 2005 per applicazioni fisse e mobili.

Operante su bande licenziate, principalmente 2.5GHz, 3.5GHz and 2.3GHz, il WiMAX è un’alternativa wireless all’accesso a banda larga wired, con una portata maggiore rispetto al Wi-Fi e la possibilità di fruizione in mobilità.

Il WiMAX, definito dalla BBC “una delle tecnologie in ascesa nel 2008”, è una tecnologia wireless basata sul protocollo IP che rende la banda larga accessibile in tutte le zone del mondo e a tutti gli utenti, siano essi fruitori fissi, in continuo spostamento o mobili; il WiMAX permette di ottimizzare in massima misura il rapporto costi-benefici, ed è ad oggi la scelta di più veloce e facile realizzazione disponibile nel mercato.

Il WiMAX è attualmente adottato nei mercati più diversi, da quelli emergenti a quelli maturi, ed è stato scelto da operatori con i profili più disparati: dalle telecomunicazioni agli operatori via cavo, 2G, 3G e anche nuovi entranti.

Il WiMAX consente di muovere un ulteriore passo nella banda larga mobile, tramite un accesso completamente legato al protocollo Internet.