Second Life, gli avatar si incontrano

Nella cornice del parco dell’Aringhese, all’interno del Moon-Tale Festival 2007, approdato alla sua undicesima edizione, il 18 Luglio si svolgerà il primo raduno italiano, ma anche il primo in tutto il mondo, degli avatar di Second Life.

Le persone presenti rappresenteranno tutte le land italiane presenti all’interno del mondo virtuale creato dalla società americana Linden Lab, una community che conta al suo attivo più di sei milioni e mezzo di persone di tutto il mondo.

Il Second Life Pride del Moon-Tale Festival avrà lo scopo di mettere in comune questa grande passione per il mondo virtuale
, che sta prendendo sempre più campo in ogni piccola nostra azione quotidiana, ma avrà anche lo scopo di mettere fisicamente a contatto persone che fino ad ora avevano interagito solamente grazie a qualche colpo di click e qualche stringa di bit.

L’evento avrà luogo sul declivio della collina del parco montalese il 18 Luglio sin dalle prime ore del pomeriggio, dove per questa occasione si esibirà insieme a Luca Nesti, primo artista italiano ad aver tenuto un concerto su Second Life e l’artista toscana Irene Grandi, che con il suo ultimo doppio album-raccolta irenegrandi.hits, strizza l’occhio al mondo di Internet (come è facile intuire dal singolare titolo), ma in generale a tutto ciò che riguarda il virtuale, a tal punto da girare il suo ultimo video Bruci la città quasi interamente all’interno di Second Life, utilizzando il suo avatar personale come protagonista.

Intanto ci si continua a chiedere se Second Life sia davvero destinata a crescere o sia solo una bolla pronta a scoppiare nel momento in cui i media non se ne occuperanno più; in questo interessante approfondimento di e-advertising ci si interroga proprio sulla possibile relazione tra successo di Second Life e pubblicità dimostrando come, se i media non ne parlassero, forse investire sulla piattaforma della Linden Lab non sarebbe poi tanto vantaggioso.

Intanto però le aziende e le istituzioni di tutto il mondo fanno la gara a chi arriva prima in Second Life; gli ultimi ingressi riguardano la Renault e l’Ambasciata di Svezia e qualche giorno fa anche Costa Crociere, con la sua Costa Serena, era approdata sul mondo virtuale.

A dimostrazione che Second Life è ormai, e per ora, un fenomeno di massa e come tale va sfruttato al massimo prima del suo tracollo. Semmai davvero ci sarà tracollo.