Siena e la Toscana amano eBay

Il noto sito di aste eBay ha fatto sapere di aver raggiunto i 5 milioni di italiani che, almeno una volta, hanno fatto affari sia come venditori che come acquirenti.

“In soli 6 anni di presenza in Italia abbiamo raggiunto 5 milioni di utenti registrati. Questo traguardo testimonia come l’ecommerce ed eBay siano ormai una realtà affermata anche in Italia. Siamo tra i Paesi in cui eBay cresce ai tassi più alti nel mondo”, ha afferma Alessandro Coppo, Direttore Generale eBay Italia, “e la classifica dimostra come la penetrazione di eBay.it e del commercio elettronico coinvolga l’intero territorio nazionale, da nord a sud, dalle grandi città ai piccoli centri”.

Per l’occasione, infatti, eBay ha anche voluto stilare la classifica delle città più ecommerce d’Italia premiando Siena, Pisa e Cagliari.

La città toscana è infatti risultata essere la città italiana con la maggior penetrazione eBay al punto che quasi un abitante su quattro (il 22.9%) acquista o vende sul primo sito di commercio elettronico italiano.

Per il titolo di capitale di eBay c’è stato un vero e proprio testa a testa tra due città toscane, Siena e Pisa (seconda con il 22.2%), che a sorpresa hanno lasciato indietro grandi città da sempre considerate come le più tecnologiche d’Italia; Milano e Roma, ad esempio, si piazzano rispettivamente al quinto e settimo posto nella classifica.

Il terzo posto spetta a Cagliari con il 19.3% dei residenti che comprano e vendono su eBay, mentre la medaglia di legno va a Bologna, quarto posto con il 17.9%.

Nella classifica delle venti città più ecommerce d’Italia, compaiono altre 3 città toscane; oltre alle due in vetta si piazzano Firenze (10° posto), Portoferraio (12°) e Lucca (19°) e grazie a queste 5 città, la Toscana può vantare il primato della regione più rappresentata nella classifica.

A seguire la Sardegna con 4 città, Cagliari (3° posto), Nuoro (6°), Elmas (11°), Oristano (16°) e la Campania con 3 città, Salerno (8° posto), Capri (9°) e Caserta (17°).

Inaspettatamente la Lombardia, la regione più grande e più industrializzata d’Italia, è rappresentata da sole 2 città, Milano (5° posto) e Basiglio (13°); peggio della Lombardia il Lazio, rappresentata nella classifica delle prime 20 solo da Roma.

Le Marche, con Camerino (14.2%), chiudono la lista delle 20.