0 Shares 7 Views
00:00:00
12 Dec

Tassa di concessione governativa abolita: rimborso sospeso?

7 marzo 2011
7 Views

Come vi avevamo anticipato la settimana scorsa, l’Adoc ha lanciato la campagna per richiedere il rimborso della tassa di concessione governativa sui cellulari a seguito del pronunciamento di un Tribunale che l’ha considerata di fatto illegittima.

In realtà la campagna va considerata come un tentativo da parte dell’utente di ottenere i soldi e non a caso l’associazione Assotelecomunicazioni-Asstel ha inviato una nota invitando tutti alla prudenza e sostenendo che "l’invito rivolto agli utenti di telefonia mobile da parte di Adoc, ripreso dagli organi di stampa, a intraprendere azioni di diffida verso gli operatori per ottenere la sospensione dell’applicazione della tassa di concessione per il futuro e richiederne il rimborso per il passato, è un’iniziativa fuorviante e impropria, destinata solo a creare disorientamento e confusione".

Il motivo è legato al fatto, sostiene Assotelecomunicazioni-Asstel, che "gli operatori di telefonia mobile svolgono il ruolo di meri ausiliari della riscossione e, in quanto tali, sono obbligati al riversamento della tassa in questione all’erario. Alla luce del vigente quadro normativo e giurisprudenziale, gli operatori hanno l’obbligo di applicare la tassa, obbligo al quale non possono sottrarsi".

Assotelecomunicazioni-Asstel ha emanato questa circolare ricordando infatti che la sentenza è stata pronunciata da una commissione tributaria del Veneto in un caso riguardante un’Amministrazione pubblica e non privati cittadini per cui secondo la Commissione la tassa secondo il codice di comunicazione elettroniche deve essere pagata solo dalle aziende.

Le pubbliche amministrazioni non sono aziende e allo stesso modo non lo sono i cittadini per cui la mossa dell’Adoc è di fatto legittima solo che per ora non esiste un quadro normativo certo e la decisione della Commissione del Veneto non rappresenta un precedente per quel che riguarda i privati cittadini.

Dunque anche se i consumatori fanno bene a chiedere il rimborso tramite il modulo dell’Adoc non è detto che questo venga concesso e anzi è anche possibile che gli operatori riescano a farla franca dal momento che non esiste alcuna normativa in materia.

Vi consigliamo anche