0 Shares 20 Views
00:00:00
17 Dec
Senza categoria

WildCat, il gatto robot della Boston Dynamics

LaRedazione - 13 ottobre 2013
LaRedazione
13 ottobre 2013
20 Views

Si torna a parlare di robot grazie a un video che ha ormai già fatto il giro del web e dunque del mondo. La Boston Dynamics, azienda ingegneristica connessa al celebre M.I.T. di Boston, ha mostrato la sua nuova creatura, un robot in grado di riprodurre le movenze di un vero e proprio gatto, denominato WildCat.

Se dal punto di vista delle prestazioni WildCat non lascia di certo a desiderare, tutt’altro invece si può dire del lato estetico, stando al quale questo robot può addirittura risultare inquietante. Alla massima potenza questo particolare gatto è in grado di raggiungere un massimo di 25 km/h, grazie a un motore a scoppio, che è il responsabile di uno degli elementi più disturbanti, ovvero la produzione di una consistente quantità di fumo.

I movimenti che il robot è in grado di riprodurre non sono tantissimi, ma il semplice fatto d’aver raggiunto questo livello di sviluppo ingegneristico è di per sé un importante traguardo. Nello specifico questo gatto artificiale può camminare o galoppare, sfruttando, riproducendo al meglio i movimenti dei quadrupedi, la coordinazione tra arti anteriori e posteriori.

La Boston Dynamic è un’azienda bellica, e lo scopo di tale prodotto è quello di poter trasportare in maniera agevole e veloce svariati materiali sul campo di battaglia. In passato ne era già stato proposto un prototipo, ovvero Robot Ghepardo, la cui velocità massima su di una pista era di 45 km/h.

Al momento WildCat è ancora in fase di sperimentazione, e dunque non pronto per il mercato, ma le previsioni sul prodotto finito sono sorprendenti. Si ipotizza infatti che esso possa raggiungere i 45 km/h già fatto segnare dal Ghepardo sia su pista che su terreni impervi e irregolari. Inoltre, stando a quanto sottolineato da Endgadget, la propulsione che dà vita ai movimenti sarà ottenuta grazie a degli accumulatori, ovvero senza sfruttare alcuna alimentazione esterna.

Nel filmato caricato dall’azienda si vedono due ingegneri che, con molta cautela attivano il robot, il quale, producendo uno dei rumori più riconoscibili di una città, ovvero quello dei motori a scoppio, molto simile a un vecchio motorino di bassa cilindrata, si solleva da terra facendo leva sulle proprie zampe metalliche, iniziando a galoppare in tondo.

Il “WildCat” non è affatto decorato, e dunque mette in mostra tutti i suoi circuiti interni, coperti soltanto in parte. E’ davvero difficile dunque immaginare che si tratta di una riproduzione vagamente fedele di un animale. Se ne possono però apprezzare le doti, come ad esempio la velocità e la reattività in frenata. Il robot infatti passa da circa 20 km/h a zero in poco più di un secondo, immobilizzando le zampe anteriori e sollevando e ruotando il resto del corpo. E’ evidente come la fantascienza sia ormai sempre più reale.

 

Loading...

Vi consigliamo anche