Windows 7, come sarà?

A margine di un seminario sul tema della filantropia organizzato dall’Inter-American Development Bank, Bill Gates ha annunciato che Windows 7 potrebbe vedere la luce "dal prossimo anno o giù di lì".

Chiaramente la notizia ha lasciato tutti a bocca aperta specialmente se si pensa che solo 14 mesi fa Windows ha messo in commercia Vista, il sistema operativo sostitutivo di Xp che però non sembra aver fatto breccia nel cuore degli utenti, sia consumer che business; e non a caso, oltre all’annuncio di Windows 7, Microsoft ha anche fatto sapere che Windows Xp sarà in vendita per almeno altri due anni per il segmento low cost. Facendo due calcoli, almeno fino al 2010, anno in cui probabilmente uscirà il nuovo sistema operativo di Redmond.

Ma come sarà Windosw 7? Secondo Bill Gates il nuovo Windows risponderà alle esigenze degli utenti in movimemto e sfrutterà un’interfaccia tattile: e le prime immagini disponibili non lasciano spazio a dubbi e anzi rafforzano l’idea che Windows 7 possa riprendere alcuni degli elementi di Vista accoppiandoli con alcuni elementi del suo predecessore.

Dalle prime indiscrezioni sembra che Windows 7 sarà disponibile in due versioni, 32 e 64 bit, e che gli utenti potranno acquistare dei moduli integrativi per personalizzare al massimo il proprio sistema operativo.

Non è inoltre chiaro se Gates abbia tirato fuori quella data riferendosi alle versioni per tester oppure alla versione finale in commercio di Windows 7 ma chiaramente prima di mandare in commercio il nuovo sistema operativo Microsoft farà tutti i test del caso, onde evitare un secondo flop dopo Windows Vista.

Paul Thurrott sul proprio WindowsITPro ha pubblicato intanto una serie di screenshot relativi a Windows 7 Build 6519: quanto si avvicinerà a queste immagini Windows 7?