Windows Xp non esiste più

Da ieri il sistema operativo Windows Xp non esiste più, soppiantato dal tanto atteso e tanto criticato Windows Vista almeno fino all’arrivo del nuovo sistema operativo previsto nel 2010.

Sarà comunque possibile trovare Windows Xp preinstallato nei notebook di fascia bassa, come l’Eee pc della Asus, almeno fino al 2010 mentre il supporto per i vecchi possessori durerà fino al 2014.

A nulla è servita la petizione SaveXp che, nonostante abbia raggiunto le 200.000 firme, non ha portato Microsoft a cambiare idea evitando di mandare in pensione Windows Xp.

Interessante però la scelta di Microsoft che ai possessori di Windows Vista Ultimate e Business permettono il downgrade, ovvero la possibilità di tornare ad una vecchia versione di software, probabilmente per arginare il rischio delusione da parte dei nostalgici di Xp.

Nato nell’ottobre del 2001 nelle versioni Home e Professional, Windows Xp ha rappresentato una svolta per Microsoft che ha tentato di bissare il successo proponendo Windows Vista, il quale però non sta proprio riuscendo ad eguagliare il suo predecessore; al punto che a Microsoft si lavora già al nuovo sistema operativo che si chiamerà Windows 7 e sarà pronto nel 2010 per mandare definitivamente in pensione Vista.