Yahoo! rifiuta l’ultimatum di Microsoft

Microsoft ha inviato una lettera per mettere una scadenza a Yahoo! ma Sunnyvale non ha intenzione di cedere e così risponde picche all’offerta di Redmond.

Secondo Yahoo!, infatti, l’offerta di Microsoft è troppo bassa e scontenta molti degli azionisti che sostengono la necessità di alzare il prezzo per la vendita delle azioni.

Yahoo!, comunque, si dice pronto per una fusione ma solo e soltanto se Microsoft modificherà i termini dell’accordo e offrirà di più.

Il consiglio di amministrazione di Yahoo! ha confermato inoltre di essere aperto "a tutte le alternative per massimizzare il valore delle azioni per i soci. Per essere chiari, questo include una transazione con Microsoft se essa avviene a un prezzo che riconosce pienamente il valore di Yahoo! su base stand alone. Rimaniamo però fermi nel nostro impegno a scegliere una strada che ne massimizzi il valore per gli azionisti e non consentiremo a voi né a nessun altro di acquisire il gruppo per meno di quello che è il suo pieno valore".

Altro giro, altra corsa…