0 Shares 10 Views
00:00:00
15 Dec

Il disco del futuro archivia 300 GB

31 luglio 2013
10 Views

Il futuro dell’archiviazione e dei formati ottici è alle porte: entro fine 2015 previsto, da Sony e Panasonic, l’arrivo di un nuovo supporto in grado di garantire l’archiviazione di 300 Gb, sempre su formato ‘disco‘.

Le due società nipponiche, attraverso un comunicato congiunto, hanno confermato che la collaborazione prosegue tra di esse per giungere alla creazione di un supporto che garantisca l’archiviazione di grandi quantità di dati. Ovviamente più che alla clientela privata, il progetto che stanno portando avanti è quello di poter fornire alle compagnie videoludiche e all’ home-video un supporto che possa contenere al suo interno una maggiore quantità di dati.

Il disco promesso sembra poter garantire uno spazio di archiviazione di 300 GB ed è previsto per la fine del 2015, al fianco di una carrellata di nuovi prodotti per l’immagazzinamento, con sistemi di trasferimento dati che possono raggiungere velocità di 216 MB/s per garantire una buona velocità, visti i volumi garantiti di immagazzinamento (si parla di circa 180TB).

Nel comunicato, comunque, viene data poca informativa sul lavoro che si sta portando avanti: “I dischi ottici hanno proprietà eccellenti che garantiscono una buona protezione dagli agenti ambientali, hanno una buona resistenza alla polvere e all’acqua, sono inoltre in grado di sopportare cambiamenti di temperatura e umidità. Consentono inoltre una compatibilità inter-generazionale tra differenti formati, garantendo così che i dati possano essere letti a prescindere dall’evoluzione dei formati. Questo li rende degli ottimi candidati per un immagazzinamento a lungo termine dei contenuti”.

Perciò non si sa ancora molto di questo lavoro, se non che esiste il progetto e che le due case si stanno adoperando in questi termini. Resta ancora un mistero quali possano essere i supporti che li leggano e quali permettano la scrittura di tali dischi. Resta comunque una certezza: le due case che hanno dato vita al sistema ottico Bluray possono essere solo che una garanzia. Non ci resta che seguire con attenzione lo sviluppo di questo prodotto e confidare nelle due società. Per il resto, prossima tappa, fine 2015!

[foto: techgenius.it]

Loading...

Vi consigliamo anche